Home Estero Gli studenti della Consulta Provinciale di Catania in Europa

Gli studenti della Consulta Provinciale di Catania in Europa

CONDIVIDI
  • GUERINI

Lo scorso 28 febbraio è stato approvato dal MIUR Ufficio III, Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione, il Progetto “Cittadini Europei: più opportunità per il futuro”. Il Progetto, elaborato e presentato dalla Consulta Provinciale Studentesca di Catania (C.P.S.) ai sensi del bando ministeriale emanato con nota n.2863 del 6/5/2013, ha riportato un punteggio 91 su 100 posizionandosi, su base nazionale, al primo posto, dopo i primi due approvati con riserva. 
La scelta della tematica è motivata da significative considerazioni avanzate dagli studenti della CPS, coordinati dal Presidente Salvatore Musumeci. Gli studenti, spinti dalla consapevolezza di vivere in un contesto sociale, politico e geografico in continua evoluzione, hanno considerato come priorità alta la necessità di rafforzare il senso civico di appartenenza alle istituzioni civili, regionali, nazionali e sopranazionali. 
Ciò per far sì che la dimensione della cittadinanza europea sia per loro una realtà concreta e vicina, capace di superare la residenza anagrafica, annullando le distanze. La finalità del Progetto, della durata di 18 mesi, è quello di rendere gli studenti della CPS coscienti dei vantaggi e dei benefici offerti dalla Cittadinanza Europea in termini di studio, lavoro e ricerca. Sarà evidenziato come l’Europa unita nasce e si sviluppa come soggetto costruttore di pace e di progresso. Inoltre, vista la prossimità delle elezioni europee ed essendo il diritto di voto la massima espressione della partecipazione attiva dei cittadini alla vita democratica, il Progetto fornirà elementi informativi e formativi sull’area “Partecipazione attiva e democratica”. 
All’interno del Progetto, importantissimo è il ruolo della Consulta e dei suoi rappresentanti. Questi, una volta formati, hanno il compito di sensibilizzare i loro compagni utilizzando tutti gli strumenti informatici da facebook alle chat, ai portali web. Nel Progetto sono previsti otto seminari finalizzati alla diffusione della cultura europea per contribuire alla costruzione dell’Europa attraverso la promozione della Cittadinanza Europea attiva, la conoscenza delle Istituzioni europee e delle opportunità offerte dell’Unione europea per studiare e lavorare all’estero. 
Sarà attivata la produzione di una newsletter e di opuscoli informativi destinata agli studenti della Consulta e a tutte le scuole secondarie di secondo grado di Catania e provincia, con focus sugli argomenti oggetto del progetto. 
Gli studenti saranno impegnati nella produzione di un sito web e del logo del progetto stesso. È previsto, per una rappresentanza degli studenti della CPS, un viaggio a Bruxelles per visitare il Parlamento europeo. Il viaggio ha l’obiettivo di far conoscere quelle Istituzioni dove si producono gran parte delle norme che influenzano la vita quotidiana degli studenti cittadini europei. 
La visita del Parlamento europeo sarà una ulteriore occasione per incontrare funzionari e parlamentari così da comprendere il loro lavoro all’interno delle Istituzioni. È inclusa la visita del “Parlamentarium”, il nuovo Centro visitatori del Parlamento europeo dove i partecipanti potranno immergersi nella realtà europea in modo virtuale. A conclusione del Progetto si svolgerà una Conferenza dove si relazionerà sulle attività svolte e sui risultati conseguiti. Al Progetto hanno aderito come partner le Consulte Provinciale degli Studenti di Messina e Trapani, Sicilmed, partner tecnico del progetto, e i Comuni di Adrano, Mascalucia, Randazzo (CT), Librizzi, Santa Lucia del Mela (ME) e Mazzara del Vallo( TR).

Antonia Grassi

Icotea