GPS 2022, requisiti e scadenza: anticipazioni

CONDIVIDI

Quasi pronta l’ordinanza ministeriale per l’apertura delle GPS 2022, che avranno validità per il biennio 2022/23 e 2023/24. Le graduatorie provinciali supplenze al via probabilmente tra il 19 aprile e il 9 maggio. Docenti e aspiranti docenti avranno 20 giorni di tempo per fare domanda.

Tra le principali novità:

Icotea

l’inserimento con riserva nella prima fascia delle GPS per chi si abiliterà su posto comune/classe di concorso o si specializzerà sul sostegno successivamente alla scadenza delle domande purché sciolga la riserva entro il 15 luglio 2022”. 
e l’introduzione di un nuovo sistema di sanzioni per la rinuncia o l’abbandono delle supplenze.

Confermata la procedura informatizzata: è confermata la procedura informatizzata per l’assegnazione delle supplenze al 30 giugno e al 31 agosto (compresi gli spezzoni superiori alle 6 ore) dalle GAE e dalle GPS di I e II fascia.

E le altre disposizioni? Ecco una sintesi.

  • Il docente potrà candidarsi su un’unica provincia;
  • E per i docenti iscritti già nelle GAE, questi potranno scegliere una diversa provincia per l’inserimento nelle GPS;
  • Chi può iscriversi con riserva? Gli Specializzandi del VI ciclo TFA sostegno
    e i Laureandi/abilitandi del Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria.
  • Quali opportunità per gli studenti del corso di laurea in Scienze della Formazione primaria? Questi potranno iscriversi nelle GPS di II fascia, posto comune, per la scuola della infanzia e primaria. In particolare, possono iscriversi gli studenti che, nell’anno accademico 2021/2022, risultino iscritti al terzo, quarto o al quinto anno, e abbiano acquisito, rispettivamente, almeno 150, 200 e 250 CFU entro il termine di presentazione dell’istanza;
  • Nella 2° fascia GPS sostegno rientrano i docenti privi del titolo di specializzazione, che entro l’anno scolastico 2021/2022 abbiano maturato tre annualità di insegnamento su posto di sostegno nel relativo grado.
  • graduatorie di istituto: si scelgono fino a 20 istituzioni scolastiche per ciascun posto o classe di concorso.
  • chi è iscritto negli elenchi aggiuntivi del biennio precedente deve presentare domanda di nuovo inserimento in prima fascia;
  • chi è iscritto nelle graduatorie del biennio precedente deve presentare domanda di conferma se è per la medesima tipologia di posto e/o classe di concorso rispetto al biennio precedente;
    – può anche cambiare provincia e aggiornare il punteggio se ha nuovi titoli e/o nuovi servizi.
  • supplenze brevi fino a 10 giorni: per i docenti della scuola della infanzia e della primaria, sono reinserite, rispetto al biennio precedente, le supplenze brevi fino a 10 giorni.
  • è stata reintrodotta la possibilità nella scuola di I e II grado di assegnare gli spezzoni fino a 6 ore ai docenti a tempo determinato già in servizio nella scuola.
  • sono confermate integralmente le tabelle di valutazione del servizio e dei titoli del biennio precedente.