Home Precari Gps, invio domande ancora con difficoltà: già chiesto il posticipo della scadenza...

Gps, invio domande ancora con difficoltà: già chiesto il posticipo della scadenza del 21 agosto

CONDIVIDI
  • Credion

Ultime ore utili per la compilazione delle Gps finalizzate, con tanto di preferenze per le scuole e sulla base delle disponibilità dei posti liberi pubblicate dagli Usp, utili alle immissioni in ruolo da prima fascia e alle assunzioni a tempo determinato anche da seconda fascia: dopo un black out temporaneo, la piattaforma collegata ad Istanze On line ha ripreso a funzionare, ma non in modo regolare. Diversi utenti hanno scritto alla nostra redazione, lamentando ancora continui rallentamenti, anche importanti, nel collegamento telematico utile alla compilazione delle domande.

Coinvolti centinaia di migliaia di docenti

Del resto, ad essere coinvolti nella procedura sono tantissimi docenti, probabilmente, considerando anche la seconda fascia d’istituto, anche 300-400 mila.

Icotea

Sembra che i rallentamenti del sistema informatico siano stati causati proprio dall’alto numero di docenti precari collegati in contemporanea. A fronte di tali richieste, il sistema telematico approntato dal dicastero di Viale Trastevere non ha retto.

Il disguido, soprattutto se dovesse protrarsi nei prossimi ultimi giorni utili all’inserimento delle domande, potrebbe portare ad uno slittamento della scadenza, fissata alle ore 23,59 di sabato 21 agosto.

Già si parla di posticipo dei termini

Alcuni già lo chiedono espressamente. “Esprimiamo preoccupazione – ha scritto Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro e Formazione della Regione Lazio – per le difficoltà che stanno vivendo i docenti per la presentazione delle domande per le graduatorie ad esaurimento, per le graduatorie provinciali per le supplenze e per il ruolo dalla I fascia GPS”.

“Pur apprezzando la celerità con cui il ministero dell’Istruzione ha messo in campo la procedura per assicurare la corretta apertura dell’anno scolastico con supplenti già nominati e in servizio al primo settembre – ha continuato l’assessore – le difficoltà che si stanno riscontrando in queste ore rischiano di compromettere l’efficacia della procedura stessa di assegnazione delle cattedre”.  

“Confidiamo che i problemi informatici possano essere immediatamente risolti, per dare risposta tanto ai docenti che al funzionamento delle attività scolastiche. In alternativa, occorrerà valutare di posticipare il termine ultimo di chiusura per l’inoltro delle domande, per consentire a tutti di completare comunque entro il primo settembre”.

Finora i sindacati non sono intervenuti. È probabile, però, che sulla spinta dei tanti interessati che hanno avuto problemi nel collegamento al sistema telematico ministeriale, che anche i rappresentanti dei lavoratori prima di sabato sera esprimano la richiesta di slittamento della scadenza di invio delle istanze da parte dei supplenti.

iscriviti

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook