Home Generale I 90 anni della Biblioteca “Guglielmo Marconi” e del Cnr

I 90 anni della Biblioteca “Guglielmo Marconi” e del Cnr

CONDIVIDI

Aperte le celebrazioni dell’anno “marconiano” per due eventi: uno, il 20 luglio, per l’80nnale della morte di Guglielmo Marconi e il secondo, il 2 settembre, con il 90nnale della presidenza del Cnr.

L’occasione per ricordare Marconi è stato il 90esimo della fondazione della Biblioteca centrale del Consiglio nazionale delle ricerche, evento festeggiato alla presenza di Maria Elettra, figlia di Guglielmo Marconi, l’allora presidente al quale la Biblioteca è dedicata.

Icotea

Istituita il 24 maggio 1927, a seguito dell’attribuzione al Cnr del deposito legale delle pubblicazioni tecnico-scientifiche prodotte in Italia, tanto da ottenere il titolo di ‘Biblioteca nazionale della scienza e della tecnica’, per celebrarla è stato organizzato un convegno cui – con il presidente del Cnr, Massimo Inguscio – hanno partecipato il direttore della Biblioteca, Alberto De Rosa, gli onorevoli Marco Di Lello e Luigi Dallai, studiosi ed esperti.

“È per me un’emozione e una gioia essere qui, insieme al presidente Inguscio, al Cnr al quale mio padre era tanto legato”, ha detto Elettra Marconi.

 

{loadposition carta-docente}

 

La figura del premio Nobel come modello per i giovani è stata rievocata anche dal presidente del Cnr che ha pure detto come i soldi dedicati alla ricerca siano investimenti e non spese. Per ogni euro che il Cnr riceve per la ricerca ne attrare 60 centesimi in più su base competitiva. I ricercatori italiani sono tra i più bravi al mondo e siamo, come Ente, al primo posto in Italia per numero di famiglie di brevetti e bandi vinti e finanziati dall’ERC-European Research Council, solo per citare alcuni risultati recenti.