Home Archivio storico 1998-2013 Generico I diritti non hanno handicap

I diritti non hanno handicap

CONDIVIDI
  • Credion

Dal 14 al 16 febbraio si terrà a Modena il convegno “I diritti non hanno handicap”, al quale possono partecipare, con riferimento alla C.M. 235 del 20 ottobre 2000 relativa al Piano annuale di interventi e di finanziamenti per l’integrazione degli alunni in situazione di handicap, due rappresentanti di ogni Provveditorato agli Studi nonché un rappresentante di ciascun ente della Consulta delle associazioni, facente parte dell’Osservatorio nazionale per l’integrazione scolastica.
I partecipanti devono inviare l’apposita scheda necessaria per la sistemazione alberghiera  e la registrazione nei gruppi di lavoro entro l’8 febbraio 2001.
Il convegno, che avrà carattere di studio, di approfondimento e propositivo, intende fare il punto sulla situazione attuale dell’integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap attraverso un confronto tra le diverse esperienze nonché esaminare gli scenari aperti dall’autonomia delle scuole, dalla riforma del Ministero della Pubblica Istruzione e dalla recente Legge quadro 328/2000 sul sistema integrato dei servizi sociali.
I gruppi di lavoro saranno sette, che si occuperanno, rispettivamente, dei seguenti temi: la formazione del personale; handicap e nuove tecnologie; dagli accordi di programma all’integrazione dei servizi: nuove prospettive dei Glip; ipotesi di centri territoriali di servizi per la scuola dell’autonomia; handicap e rapporto scuola/lavoro; autonomia, nuovi cicli e curricoli: nuove opportunità formative per l’handicap; servizi sanitari per i disabili.
Durante il convegno, che verrà inaugurato da una relazione del sottosegretario Giuseppe Gambale e a cui prenderà parte anche il direttore dell’Agenzia della Comunità Europea per l’educazione speciale con sede in Danimarca, sarà ricordato l’isp. Sergio Neri, che in questi ultimi anni si è molto impegnato per l’affermazione dei diritti delle persone in situazioni di handicap. L’incontro, organizzato in collaborazione con il Comune di Modena, sarà, inoltre, un’occasione per presentare il nuovo portale web sull’integrazione scolastica curato dalla Biblioteca di Documentazione Pedagogica di Firenze.
Mentre la gestione scientifica del convegno è di responsabilità del Ministero della Pubblica Istruzione – Direzione Generale per l’Istruzione Classica, Scientifica e Magistrale – Coordinamento nazionale autonomia (per informazioni: tel. 06/58493220; e-mail [email protected]), la gestione organizzativa è affidata al Provveditorato agli Studi di Modena (informazioni: tel. 059/382907; e-mail [email protected]).