Home Politica scolastica I docenti scrivono a Mattarella e raccolgono le firme contro DdL scuola

I docenti scrivono a Mattarella e raccolgono le firme contro DdL scuola

CONDIVIDI

 

In poco meno di 24 ore le firme raccolte contro il DdL scuola sono già 4 mila. Stiamo parlando dell’iniziativa  sull’incostituzionalità della chiamata diretta dei docenti della VERA SCUOLA pubblica, portata avanti da docenti di ruolo e anche da tanti docenti precari. Si tratta di un appello scritto da numerosi membri collegati in rete è indirizzato al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Per leggere l’Appello ed eventualmente aderire con una firma basta andare al seguente link #Laverascuola.

Icotea

Ma cosa scrivo i docenti al Presidente Mattarella? In sostanza chiedono di esaminare con il massimo dell’attenzione il ddl scuola, mettendo in luce gli evidenti profili di incostituzionalità di quella proposta, che andrebbero a ledere in maniera definitiva e drastica la Scuola della Repubblica.

Questi docenti vogliono scongiurare uno scenario clientelare, privatizzante, aziendalistico dell’istituzione che rappresentano. In particolare l’appello si sofferma sul ruolo autoritario che si vuole dare, con questo disegno di legge, al dirigente scolastico. Si raffigura come incostituzionale il potere di scelta dei docenti, da parte dei Ds, istituendo albi regionali che di fatto li precarizzano, violerebbe non solo i diritti acquisiti di quei docenti, ma anche l’art. 33 dalle Costituzione.

Emerge anche molta preoccupazione per la libertà d’insegnamento, che  implicherebbe un’autonomia didattica e metodologica che non potrebbe essere più garantita nel momento in cui, come pretende la Riforma, si aumentasse la discrezionalità del Dirigente Scolastico fino al punto di consentirgli la selezione della sua “squadra”, scegliendo un docente rispetto a un altro in base a criteri meramente soggettivi.

Un appello accorato quello di questi docenti che puntano a fare breccia nel cuore e nella mente del nuovo Presidente della Repubblica.

Chissà se il Quirinale darà una risposta, intervenendo sulle parti del DdL che potrebbero essere considerate anti costituzionali? Mentre il Governo si sta rimpastando le firme per questo appello continuano a salire, a riprova che il tema è molto sentito.

 

IL TESTO DEL DISEGNO DI LEGGE N. 2994