Home Alunni I ragazzi smentiscono De Luca: “No alla Dad, riapriteci le classi”

I ragazzi smentiscono De Luca: “No alla Dad, riapriteci le classi”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Se Vincenzo De Luca, il governatore della Campania, aveva preso in giro quella mamma che si lamentava perché la figlia (“forse allevata al plutonio”, aveva detto De Luca) voleva andare a scuola, alla “Calvino” di Torino due alunne si sono presentate davanti alla scuola chiedendo la didattica in presenza:  “Se ci togliete la scuola, ci togliete il futuro. È un posto sicuro e tornare in classe è un nostro diritto”. 

Già nei giorni scorsi, riportano le agenzie,  c’era stata una iniziativa del movimento “Priorità alla scuola” che ha protestato sfoderando cartelli di questo tenore: “No alla Dad”,  “La scuola non si chiude”.

Una  mamma infine ha dichiarato: “Chiudendo la scuola ne risente la preparazione ma anche la salute psicofisica dei ragazzi. Ad esempio nel caso specifico di mia figlia, c’è stato un aggravamento del diabete perché a marzo ha avuto squilibri nei valori. E quanti come lei sono nella stessa sua situazione? Lei ha scelto di protestare anche per la sua salute, per l’equilibrio psicofisico perché è un suo diritto”. 

ICOTEA_19_dentro articolo
Preparazione concorso ordinario inglese