Home Alunni IIS Majorana Girifalco incontra Alberto Matano giornalista del Tg1

IIS Majorana Girifalco incontra Alberto Matano giornalista del Tg1

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La scuola è il luogo dove la coscienza democratica di ogni cittadino si consolida e dove le occasioni di riflessione su tanti temi di attualità diventano lezioni di vita. L’IIS Majorana di Girifalco, diretto dal DS Tommaso Cristofaro nell’ambito delle attività previste nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa della scuola (PTOF) e a conclusione dei progetti “Professione Reporter” e “Cittadinanza Attiva”, ha promosso nei giorni scorsi un incontro che si è tenuto presso Palazzo Ciriaco di Girifalco (Cz) con il giornalista del Tg1, Alberto Matano per una riflessione sul tema degli errori giudiziari prendendo spunto dal libro di quest’ultimo “Innocenti”, pubblicato da Rai Eri.

L’iniziativa, moderata dalla Prof.ssa Caterina Fodaro, si è sviluppata in maniera interattiva, ovvero gli studenti dopo l’introduzione delle Prof.sse Rosanna Sanso, Maria Gigliarano e Barbara Pasqua, hanno letto alcuni brani tratti dal libro o passi di altri autori come Kafka e Platone legati al tema della giustizia.

L’autore nel suo intervento ha ben rappresentato le storie raccontate riuscendole a saldare con i principi di educazione e rispetto degli altri. Davanti ad un pubblico attento, Alberto Matano, giornalista e speaker del Tg1 ha raccontato diverse storie fra cui quella di Stefano Messore che al mattino apprende dalla tv la terribile vicenda del terremoto di Amatrice. Lui è un volontario e subito si mobilita per portare soccorso alle popolazioni colpite. Lo ha fatto sempre, ma per un equivoco che lo porterà a vivere un evento che segnerà la sua vita e della sua famiglia viene arrestato per furto, perché ritenuto uno “sciacallo”, ovvero colui che approfitta del disastro per trarne vantaggio. Finisce in carcere per qualche settimana e poi agli arresti domiciliari. La famiglia gli resta sempre vicino e le figlie che non hanno mai mancato di difendere il padre, sono costrette a sentirsi addosso a scuola l’etichetta delle figlie dello sciacallo.

ICOTEA_19_dentro articolo

Dopo un anno da quel triste evento, Stefano Messore è assolto, l’incubo è finito. L’incontro è stato anche occasione per saldare la collaborazione fra l’Associazione Gutenberg Calabria, presieduta dallo storico preside del Galluppi di Catanzaro Armando Vitale che ha partecipato all’evento con la scuola Girifalcese. Il Dirigente Tommaso Cristofaro, dopo avere ringraziato l’autore, ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa che rappresenta una significativa occasione di crescita per gli studenti.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese