Home Attualità Il governatore dell’Emilia-Romagna: “Per le superiori ipotesi dad o orari differenziati”

Il governatore dell’Emilia-Romagna: “Per le superiori ipotesi dad o orari differenziati”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Didattica online sempre più probabile anche in Emilia-Romagna. Ad affermarlo, nel corso della trasmissione Omnibus su La7, il presidente della regione Stefano Bonaccini.

“Dobbiamo essere tutti pronti a fare scelte per ridurre il contagio il più possibile – ha affermato Bonaccini – penso che la scuola sia meglio farla in presenza, perchè non è solo apprendimento, ma anche socialità. Si lavora per cercare di garantire più presenza a scuola possibile, con Regioni e Governo abbiamo assunto la decisione di avere elementari e medie in presenza.

Due invece le alternative per le superiori, soprattutto le ultime classi: la possibilità, in caso di aumento dei contagi, di incrementare la didattica a distanza o differenziare gli orari per avere meno studenti che entrano ed escono da scuola contemporaneamente, sgravando così il trasporto pubblico.

ICOTEA_19_dentro articolo

“Sta crescendo anche qui una situazione che preoccupa. In questa regione – dichiara il presidente dell’Emilia-Romagna – non ho ancora preso provvedimenti perchè vorrei cercare di fare andare gli studenti il più possibile a scuola in presenza”.

Sul rischio nuovo lockdown, Bonaccini afferma come non ci si possa permettere un’altra chiusura totale, ma bisogna selezionare tra quelle attività che sono indispensabili e quelle che lo sono meno, sulle quali provare a prendere decisioni o tutti insieme o per parti di territori.

Coronavirus, le restrizioni delle Regioni: misure anche per la scuola

Preparazione concorso ordinario inglese