Home Concorsi Immissioni in ruolo, idonei concorso potranno essere assunti. Ecco perché

Immissioni in ruolo, idonei concorso potranno essere assunti. Ecco perché

CONDIVIDI

Il decreto scuola è in corso di approvazione alla Camera (clicca qui per gli aggiornamenti).

Tra gli emendamenti interessanti ce n’è uno che riguarda gli idonei dei concorsi scuola 2016, sia infanzia-primaria che secondaria.

I vincitori e gli idonei dei concorsi del 2016 di ogni ordine e grado potranno inserirsi a domanda in coda nelle graduatorie regionali ad esaurimento dei concorsi riservati banditi nel 2018. La graduatoria del concorso 2016 è prorogata di un altro anno.

ICOTEA_19_dentro articolo

 

L’emendamento, in corso di approvazione in Aula, a Montecitorio, recita che “i soggetti inseriti nelle graduatorie di merito dei concorsi ordinari per titoli ed esami per posti di docente banditi nel 2016 possono proporre istanza per l’inserimento, anche in coda a chi vi sia già iscritto, nelle graduatorie dei concorsi straordinari non selettivi banditi nel 2018, anche in regioni diverse da quella di pertinenza della graduatoria di origine”.

Dunque, a meno di cambiamenti, per gli idonei rimane la proroga di un ulteriore anno della validità delle graduatoria. Per tutti, invece, la possibilità di inserirsi nelle graduatorie dei concorsi 2018, ma in coda.

Decreto scuola: tutti gli emendamenti approvati

DECRETO-LEGGE 29 ottobre 2019, n. 126 
Misure di straordinaria necessità ed urgenza in materia di reclutamento del personale scolastico e degli enti di ricerca e di abilitazione dei docenti (GU Serie Generale n.255 del 30-10-2019)