Home Attualità Imparare la matematica in modo semplice ed immediato, con un APP si...

Imparare la matematica in modo semplice ed immediato, con un APP si può

CONDIVIDI

E’ possibile far studiare con passione la matematica attraverso un App? Adesso si può grazie a StreetMath una web app sviluppata all’interno del progetto TEEN, disponibile per tutti i dispositivi, progettata per migliorare le conoscenze e competenze logico-matematiche attraverso brevi attività anche tramite DAD.

Secondo le teorie dell’apprendimento e in particolare quella del “connettivismo” la capacità di apprendere è il processo di formazione di una rete che avviene connettendo nodi che corrispondono agli oggetti e i soggetti dell’apprendimento stesso. I link che li connettono sono i canali attraverso i quali comunicano.

Icotea

E’ fondamentale quindi che lo studente sia attivo sulla rete affinché ci sia un processo di apprendimento.
La diffusione della tecnologia, di Internet e delle risorse digitali ha ulteriormente ampliato la rete di apprendimento rendendola ancora più ricca, complessa e caotica da gestire. Una metodologia di apprendimento ormai diffusa per gestire in maniera ottimale questa rete complessa è la Flipped Classroom (detta anche classe capovolta) che prevede di erogare la parte di trasmissione delle conoscenze fuori dalla classe in maniera autonoma da parte dello studente e di sfruttare la lezione in classe per stimolare i lavori di gruppo e le attività di laboratorio.

Il progetto TEEN

Il progetto TEEN (Teenagers Experience Empowerment by Numbers), finanziato dal Politecnico di Milano attraverso il Polisocial Award 2017, vuole promuovere l’apprendimento della matematica di base come un diritto fondante per migliorare il livello di autonomia dei ragazzi. L’idea è quindi che la matematica possa essere centrale per l’integrazione sociale e per gli studenti più svantaggiati come hanno mostrano Chronaki in Grecia e Boaler negli USA.

L’ambizioso progetto consente di insegnare la matematica a tutti i ragazzi in modo semplice ed immediato partendo dalla soluzione di problemi reali e quotidiani usando lo strumento preferito dagli studenti cioè lo smartphone.

Cosa è StreetMath

StreetMath contiene due tipi di unità: le “Sfide” nella home page dell’app e i richiami di matematica raggiungibili dal tasto “Matematica”.

Le unità sono composte da attività con domande a risposta chiusa o aperta supportate da immagini che ne aiutano la comprensione del testo e forniscono informazioni utili alla risposta. Le sfide vertono su degli scenari realistici come ad esempio, lo scenario “Autobus” che si basa sull’esperienza di raggiungere un posto di lavoro per un colloquio di lavoro, così che il problema alla base da risolvere è la pianificazione del viaggio con i mezzi pubblici. StreetMath ha anche un sistema di feedback che supporta lo studente nella sua esperienza di apprendimento. Queste caratteristiche sono fondamentali per agevolare il processo di empowerment che fanno sentire lo studente un soggetto attivo all’interno dell’ambiente di apprendimento.

Durante il primo Lockdown è stato applicato un percorso a distanza per dare continuità al progetto fornendo supporto a studenti con elevata fragilità, applicando il “virtual flipped” in cui veniva chiesto di fare alcune attività durante la settimana. Gli studenti dovevano svolgere una call di 1 ora a settimana utilizzata per approfondire ed analizzare insieme quello che avevano fatto. Per gli scambi informazioni veloci e per richieste di aiuto è stato utilizzato invece un gruppo su whatsapp.

Anche in ambito DID è possibile un approccio di questo tipo, creando il giusto interesse da parte degli studenti, un’App in grado di erogare contenuti, un gruppo whatsapp per le comunicazioni interne; una rete relazionale in cui i ragazzi possono supportarsi a vicenda e crescere nella conoscenza, il tutto con la supervisione degli insegnanti.