Home Politica scolastica In Sicilia Renzi contestato da studenti e docenti precari

In Sicilia Renzi contestato da studenti e docenti precari

CONDIVIDI

Ancora proteste al Governo e al premier Matteo Renzi per le scelte su istruzione e università pubblica: stavolta è accaduto in Sicilia.

Sabato 22 ottobre, ci sono stati, scrivono le agenzie, momenti di tensione in via Maqueda a Palermo dove alcuni studenti dei collettivi e ragazzi dei centri sociali hanno tentato di forzare il cordone di polizia per avvicinarsi al Teatro Massimo dove era in corso a cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico alla presenza del premier Matteo Renzi.

Icotea

Gli studenti e gli attivisti dei centri sociali, partiti da piazza Pretoria, con in testa uno striscione con scritto “Cacciamo Renzi”, sono entrati in contatto con le forze dell’ordine dopo che dal corteo erano stati lanciati alcuni petardi.

Un’altra manifestazione di protesta, che si è svolta invece senza incidenti in via Ruggero Settimo, a poca distanza dal Teatro Massimo, ha visto la partecipazione di docenti precari della scuola dell’infanzia, ricercatori universitari e studenti dell’Udu e della Rete degli studenti medi.

 

{loadposition prova-orale-ita-sto-geo-lat}

 

 

{loadposition facebook}