Home Alunni Informatica, ecco a voi ‘hackathon’: 600 studenti fanno a gara di idee

Informatica, ecco a voi ‘hackathon’: 600 studenti fanno a gara di idee

CONDIVIDI

Arriva ‘hackathon’, la prima competizione informatica a cui partecipano quale partecipano, a vario titolo, esperti di diversi settori del settore: si svolgerà il 17 e 18 marzo prossimi a Milano, all’interno del Congresso mondiale dell’imprenditorialità. Si tratta di una sorta di gara di idee studentesche, voluta dal dicastero dell’Istruzione, in collaborazione con H-Farm, piattaforma digitale nata con l’obiettivo di aiutare neo imprenditori nel lancio di iniziative nel settore digital/It, e con Meta Group, gruppo internazionale incaricato dell’organizzazione del Congresso e da sempre dedito alla creazione e alla crescita di imprese ad alta intensità di conoscenza.

Alla due giorni di Milano parteciperanno 600 studenti del penultimo anno della scuola secondaria superiore; 150 docenti, 15 mentor provenienti da H-Farm, startupper di successo e investitori selezionati dalla Meta Group, accompagneranno i ragazzi durante tutte le fasi dell’hackathon.

Icotea

“Obiettivo di H-Ack School è stimolare l’attitudine all’imprenditorialità dei ragazzi, ma anche misurarli su sfide legate al design di soluzioni digitali e al loro marketing. I partecipanti avranno la possibilità di lavorare fianco a fianco con i maggiori esperti mondiali di startup e impresa”, scrive il Miur.

Sarà una due giorni di lavoro in cui i ragazzi, divisi in team eterogenei, dovranno lavorare a soluzioni volte a favorire la digitalizzazione degli strumenti didattici e contribuire alla semplificazione dei processi interni alle scuole. I progetti presentati, potranno riguardare qualunque tema legato al Piano #LaBuonaScuola (alternanza scuola-lavoro, scuole aperte, laboratori, nuove alfabetizzazioni, pensiero computazionale, coinvolgimento su Expo2015 ecc..).

“Con La Buona Scuola stiamo rimettendo gli studenti e i docenti al centro della scuola. Stiamo aggiornando l’offerta formativa – sottolinea il Ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini – per costruire un sistema scolastico in grado di preparare al futuro. Il cambio di paradigma consiste nel passaggio dal ‘sapere’ al ‘saper fare’: l’H-Ack School rientra in questa logica. Anche grazie all’esperienza della due giorni pensiamo di costruire materiali didattici sull’imprenditorialità che, a partire dal prossimo anno scolastico, potranno essere messi a disposizione delle scuole italiane”. 

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola