Home Archivio storico 1998-2013 Generico Inghilterra, classi miste in discussione

Inghilterra, classi miste in discussione

CONDIVIDI
webaccademia 2020


Il dibattito sull’opportunità di rivedere il sistema delle classi miste, già avviato da qualche tempo in Francia, oltrepassa la Manica e contagia l’Inghilterra. Qualche giorno fa il quotidiano The Guardian ha pubblicato alcune dichiarazioni del Ministro dell’Istruzione secondo il quale potrebbe essere utile, limitatamente ad alcune discipline, separare i due sessi. Il motivo è presto detto: ci sono delle discipline, quali la matematica e le scienze, nelle quali riescono molto meglio i maschi; altre materie, invece – ad esempio le lingue straniere – sono preferite dalle ragazze, le cui prestazioni superano di gran lunga quelle dei compagni. L’eccesso di competitività, talora unito a un basso livello di autostima, fa sì che molti gettino la spugna perché convinti di non farcela.

L’Inghilterra, per la verità, ha già sperimentato forme di separazione dei sessi: l’Università di Cambridge, in particolare, ha avviato qualche anno fa un’esperienza che consiste proprio nel separare ragazzi e ragazze durante le lezioni di matematica e lingue straniere. I risultati sembrano positivi, i dati diffusi dai docenti partecipanti al progetto parlano di una percentuale di ragazzi con risultati buoni nelle lingue, in ascesa dal 68% all’81% e di una percentuale di ragazze con risultati buoni in matematica, in aumento di oltre quindici punti. Il ministro ha tenuto, comunque, a precisare che non sono previste direttive vincolanti in questo senso e che ogni scuola potrà scegliere di comportarsi come crede.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese