Home Archivio storico 1998-2013 Generico Innovazione e ricerca nella scuola della riforma

Innovazione e ricerca nella scuola della riforma

CONDIVIDI
  • Credion
Per quanto riguarda la “riforma della scuola”, l’Associazione Aristotele intende fornire una serie di strumenti di lavoro concretamente utilizzabili nel fare, nell’organizzare e nel partecipare a una scuola basata sulla persona e sullo sviluppo dell’apprendimento.
In quanto ai new media, Internet ed E-Learning, l’Associazione Aristotele si propone i seguenti fini:
  
– offrire a Dirigenti e Docenti un ampio ventaglio di spunti pedagogici, teorici e didattici sulla funzione e sulle modalità di un apprendimento critico e consapevole dei media (la cosiddetta media education);
– indicare possibili percorsi di un uso di Internet in ambito educativo;
– sviluppare una prospettiva “ecologica” che vede l’e-learning come componente naturale del processo e dell’ambiente di apprendimento.
 
Per raggiungere i suddetti fini, l’Associazione Aristotele intende proporre, presso ogni Istituto Scolastico, la costituzione di gruppi di lavoro, orientati a una ricerca-azione sui temi delle innovazioni.
La costituzione dei gruppi di lavoro avverrà secondo criteri stabiliti da ogni Istituto Scolastico, con la partecipazione di docenti curricolari, di sostegno, di lingua inglese e di scuola dell’infanzia.
Il progetto sopra delineato verrà illustrato adeguatamente nella riunione che si terrà giorno 28 febbraio 2007 alle ore 15,30 presso Direzione Didattica “Pizzigoni” – Via Siena, 5 – Catania.
Ai partecipanti alla riunione sarà dato in omaggio il libro “Governare l’innovazione”, libro che costituisce la base teorica del progetto da attuare.
Inoltre, ai partecipanti alla riunione saranno fornite delle indicazioni per ricevere gratuitamente due Riviste on-line: [email protected] e CLUB WBT.IT.
Infine, si comunica che sarà costituita una mailing list di tutti coloro che intendono aderire al progetto.
La partecipazione alla suddetta riunione è gratuita ed aperta a tutti coloro che sono interessati ai problemi dell’innovazione.
Si consiglia, comunque, di prenotare per e-mail ([email protected] oppure [email protected] oppure [email protected]) l’eventuale partecipazione in modo da poter predisporre il numero necessario di copie del libro da dare in omaggio.