Home Attualità Istruzione e lavoro, siglato il protocollo Miur-Fincantieri per la formazione professionale qualificata

Istruzione e lavoro, siglato il protocollo Miur-Fincantieri per la formazione professionale qualificata

CONDIVIDI
  • Credion

Rafforzare il rapporto tra il sistema di istruzione e formazione tecnica superiore e il mondo del lavoro nel settore navalmeccanico è l’obiettivo del protocollo di intesa siglato oggi, 20 novembre 2018, tra il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) Marco Bussetti e l’Amministratore Delegato di Fincantieri Giuseppe Bono.

L’accordo, in particolare, vuole offrire agli allievi degli Istituti Tecnici Superiori (ITS) nuove opportunità formative di alto e qualificato profilo per l’acquisizione di competenze spendibili. Le parti si sono impegnate quindi a realizzare sempre maggiori e più forti sinergie per contribuire con proprie risorse, esperienze e conoscenze al miglioramento della formazione degli ITS.

Icotea

Il MIUR promuoverà pertanto iniziative e progetti finalizzati al raggiungimento delle finalità del protocollo, con particolare attenzione all’aggiornamento tecnico-professionale dei docenti e del personale scolastico, a cui parteciperà anche Fincantieri. L’azienda, dal canto suo, promuoverà a livello territoriale gli ITS nei confronti della filiera produttiva, per favorire il confronto con il mondo della scuola e l’inserimento delle risorse, anche avvalendosi di enti o istituzioni territoriali di settore già esistenti (distretti, poli o cluster). Fincantieri sosterrà inoltre l’attività didattica offrendo testimonianze aziendali e visite guidate ai propri siti produttivi.

Sarà istituito un apposito Comitato tecnico, composto da rappresentanti di entrambe le parti, che predisporrà una relazione annuale sulle iniziative assunte.

Il Ministro Bussetti ha così commentato la firma del protocollo: “È molto positivo che una grande azienda come Fincantieri dimostri sensibilità e attenzione sul tema della formazione dei giovani. In questo senso, gli Istituti Tecnici Superiori si confermano un ottimo strumento per offrire ai nostri ragazzi le conoscenze necessarie per garantirsi un veloce ingresso sul mercato del lavoro. Per questo, il Governo intende potenziare e sostenere gli ITS favorendo una piena collaborazione con i territori e le imprese. Da questo punto di vista, faccio i miei complimenti al Presidente Toti, all’assessore Cavo e all’Ad Bono per come stanno facendo sistema nell’interesse dei nostri ragazzi”.