Home Generale Istruzioni sull’utilizzo della piattaforma per l’autovalutazione

Istruzioni sull’utilizzo della piattaforma per l’autovalutazione

CONDIVIDI

Ieri abbiamo dato notizia delle presentazione della “piattaforma operativa unitaria”, accessibile da oggi, che le scuole potranno utilizzare per produrre, entro il 31 luglio, il loro primo Rapporto di autovalutazione.

Ora, con la nota prot. n. 3746 del 30 aprile, il Miur spiega come accedere alla piattaforma e come compilare il RAV.

Icotea

Per accedere per la prima volta alla piattaforma i dirigenti scolastici dovranno utilizzare il link ricevuto sulla propria casella di posta, sul quale dovranno inserire la user-id della casella di posta istituzionale

senza il dominio @istruzione.it (es: se l’indirizzo email è [email protected], l’accesso alla piattaforma sarà solo nome.cognome) e dovranno impostare la password.

Per accedere successivamente alla piattaforma ci si potrà collegare all’area riservata del “portale sulla valutazione” (http://www.istruzione.it/valutazione/).

Una volta effettuato l’accesso, il dirigente scolastico dovrà individuare i componenti dell’Unità di autovalutazione da abilitare per l’accesso alla piattaforma. Per la compilazione del RAV si dovranno utilizzare le funzioni disponibili nella sezione “destra” della homepage.

Hanno la possibilità di accedere ai dati che popolano gli indicatori:

il Dirigente scolastico e i componenti dell’Unità di autovalutazione da lui accreditati per quanto riguarda i dati della singola scuola con tutti i livelli di comparazione prima evidenziati. Ogni scuola potrà così confrontarsi e compararsi con tutte le scuole del Paese attraverso alcuni indicatori di riferimento comuni.

il Direttore generale dell’USR per quanto riguarda i dati di tutte le scuole appartenenti al territorio di competenza di quell’USR.

Terminata la compilazione del RAV in ogni sua parte si potrà attivare la funzione “pubblica il RAV”, che permette di renderlo disponibile nell’apposita sezione di “Scuola in chiaro” dedicata alla Valutazione.

Solo il dirigente scolastico, quale diretto responsabile dei contenuti e dei dati inseriti nel Rapporto di autovalutazione, è abilitato all’approvazione e alla pubblicazione del RAV.

A seguito dell’invio al portale del Ministero il dirigente scolastico pubblicherà il RAV anche sul sito della propria scuola.

La pubblicazione del RAV avverrà attraverso 2 forme: una forma completa ed una semplificata.

Nel primo caso, il RAV verrà pubblicato in tutte le parti che la scuola avrà completato e con tutte le tabelle che avrà ritenuto opportuno inserire. Nel secondo caso, la pubblicazione semplificata del RAV ha come obiettivo riportare in un diagramma, di facile lettura e di immediata percezione, l’autoanalisi svolta dalla scuola con i punti di forza e di debolezza.

Per dare maggiore evidenza e chiarezza alle analisi svolte e alle scelte intraprese, i dati interni agli indicatori saranno pubblici (ad eccezione di alcuni dati riservati alle scuole).

Quindi, tutti coloro che sono interessati al processo di autovalutazione e alla realizzazione del RAV intrapreso delle istituzioni scolastiche, potranno avere a disposizione tre possibilità di consultazione:

–       una consultazione di facile e immediata lettura attraverso il RAV semplificato

–       una consultazione analitica e argomentata attraverso il RAV completo

–       una consultazione di tutti i dati interni agli indicatori che hanno portato alla elaborazione del RAV attraverso la consultazione di “Scuola in chiaro”.