Home I lettori ci scrivono Italiani tolleranti o intolleranti?

Italiani tolleranti o intolleranti?

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Nei confronti dei negazionisti tra cui ci sono anche molti insegnanti crediamo si debba praticare una necessaria intolleranza. 
Quando vediamo le scene degli ospedali di Napoli, a Piazza Pulita il pronto soccorso dell l’Ospedale del Mare, diciamo che è sceso il velo del sonno nella ragione degli uomini e il sonno della ragione genera mostri. 

Noi non dobbiamo essere più tolleranti verso chi nega il pericolo del contagio o lo affronta in modo spavaldo, dobbiamo essere intolleranti, abbiamo il diritto politico di esserlo, perché la nostra salute dipende purtroppo da loro, tutti possiamo entrare nella catena del contagio. 

Sarà lo spirito di sopravvivenza a trasformare un tollerante in un intollerante?
Sarà una classe dirigente che non riesce ad affrontare la seconda ondata della pandemia e si è fatta trovare del tutto impreparata.
Sarà una classe dirigente che non ha capito che bisognava chiudere tutte le scuole e una Ministra che altrove sarebbe stata cacciata, che ha sbagliato tutto, ma continua a ripetere che bisogna tenere le scuole aperte.

ICOTEA_19_dentro articolo

Nei confronti di un Governo che pensa al Natale degli italiani e nella legge di bilancio propone ancora il bonus vacanze, noi siamo indignati.
Nei confronti di un  governo che non ha usato i soldi del Mes per la Sanità e che ancora ha depositato un piano di utilizzo del Recovery Fund, dovremmo essere indignati.

Avremmo bisogno di statisti e abbiamo dei politicanti, alcuni di essi ministri per caso. È in questo momento che avvertiamo il danno di scelte politiche sbagliate da cui non ci possiamo auto assolvere.
È in queste contingenze che molti di noi per dirla con Gaber si vergognano di essere italiani.

Scuola Bene Comune

Preparazione concorso ordinario inglese