Home Attualità L’8 maggio ‘Montecitorio a porte aperte’ festeggia la Festa dell’Europa: in Aula...

L’8 maggio ‘Montecitorio a porte aperte’ festeggia la Festa dell’Europa: in Aula 800 studenti

CONDIVIDI

Sarà una domenica speciale quella dell’8 maggio: con l’iniziativa a ‘Montecitorio a porte aperte’ quest’anno si celebrerà la Festa dell’Europa.

La manifestazione si articolerà in due momenti dal forte valore simbolico: prima la cerimonia nell’Aula gremita di studenti, poi il corteo che si snoderà fino al Campidoglio.

ICOTEA_19_dentro articolo

A partire dalle 10, nell’Aula della Camera interverranno: la presidente Laura Boldrini, il vicepresidente del Parlamento europeo David Sassoli, il primo vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans, il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio per le Politiche e gli Affari europei Sandro Gozi, il oresidente del Consiglio italiano del Movimento europeo Pier Virgilio Dastoli, il presidente della Gioventù federalista europea Simone Fissolo. A coordinare gli interventi, ai quali si alterneranno le voci di studenti e insegnanti, sarà la giornalista Eva Giovannini.

La Banda interforze eseguirà l’inno nazionale in apertura e l’inno europeo in chiusura. All’evento – che sarà trasmesso in diretta televisiva su Rai 3, canale satellitare e webtv della Camera – assisteranno in Aula 800 studenti di varie scuole d’Italia.

Terminata la cerimonia, i giovani e i rappresentanti delle istituzioni usciranno e daranno vita ad un corteo, che giungerà al Campidoglio: lì, nella Sala degli Orazi e Curiazi che il 25 marzo 1957 vide la firma dei Trattati di Roma, parteciperanno alla cerimonia di premiazione degli studenti delle scuole di 1° e 2° grado vincitori del concorso nazionale ‘Diventare cittadini europei, organizzato dal CIME e dall’AICCRE.

Lungo il percorso da Montecitorio al Campidoglio, il corteo sarà accompagnato dal maestro Ambrogio Sparagna, che insieme ai solisti dell’Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica e ai coristi del coro popolare eseguirà canti che hanno segnato la storia d’Italia e la nascita dell’Europa.

A seguire, Montecitorio tornerà ad aprirsi ai cittadini, come ogni prima domenica del mese per “Montecitorio a porte aperte”. L’accesso al Palazzo sarà possibile dalle ore 12 alle 15 (ultimo ingresso alle 14).

 

{loadposition eb-motivare}

 

La visita si svolgerà per gruppi e ogni partecipante dovrà essere munito di un biglietto che avrà ritirato gratuitamente, lo stesso giorno della visita, presso l’Infopoint (via Uffici del Vicario, angolo via della Missione) che sarà aperto fin dalle 11. Ciascun visitatore può richiedere, fino a esaurimento, un massimo di due biglietti se adulto, e i biglietti per i minori che accompagna, scegliendo un orario di visita compreso tra le 12 e le 14.

I possessori dei biglietti sono tenuti a presentarsi all’ingresso di piazza Montecitorio dieci minuti prima dell’orario indicato sul biglietto; dopo l’ingresso del rispettivo gruppo, non sarà comunque consentito l’accesso di eventuali visitatori in ritardo. Durante la visita sarà possibile partecipare alla consultazione on line lanciata dalla Presidente Boldrini su “stato e prospettive dell’Unione europea”, rispondendo a qualche domanda che permette di dire la propria, di dare proposte e suggerimenti per un’Europa più vicina ai cittadini.

All’interno della Galleria dei Presidenti saranno allestite postazioni ad hoc per dare risposta al questionario. Potranno, inoltre, essere ammirati alcuni fra gli ambienti più importanti e rappresentativi del Palazzo, a cominciare dall’Aula, con i pannelli del Fregio di Sartorio che decora l’emiciclo, il “Velario”, imponente decorazione liberty di circa 800 metri quadrati in rovere di Slavonia, vetro colorato e ferro, il Transatlantico – salone antistante l’Aula che deve il suo nome all’illuminazione a plafoniera, caratteristica delle navi transoceaniche – la Sala della Regina, la Sala Aldo Moro, la Sala del Cavaliere.

 

{loadposition facebook}