Home Archivio storico 1998-2013 Generico La Bellezza della Costituzione – 150 anni Unità d’Italia

La Bellezza della Costituzione – 150 anni Unità d’Italia

CONDIVIDI
  • Credion
Dopo aver studiato in classe gli articoli costituzionali, i ragazzi dipingeranno le 500 bandiere sulla Costituzione italiana e sui 150 anni dell’Unità d’Italia che da maggio a settembre 2011 sventoleranno sui pali della luce dell’asse dei servizi che collega Librino e l’aeroporto Fontanarossa al porto di Catania.
Il messaggio viaggerà in parallelo attraverso il linguaggio non soltanto pittorico ma anche fotografico.
Per il nuovo anno scolastico, infatti, il presidente di Fiumara d’Arte ha voluto consolidare il rapporto con le scuole e instaurare una nuova collaborazione. Gli studenti catanesi potranno raccontare per immagini, attraverso la fotografia, gli articoli della Costituzione.
Antonio Presti, infatti, vuole coinvolgere le scuole nella realizzazione del museo fotografico di Librino “Terzocchio-Meridiani di Luce”. Il grande museo dell’immagine coinvolgerà 30.000 persone della città: un archivio sociale unico al mondo, una testimonianza di vita, un racconto attraverso gli sguardi, i volti, le scene di vita vissuta. Su grandi schermi installati davanti alla Porta della Bellezza, si alterneranno le immagini dei catanesi e quelle legate alla Costituzione accogliendo i turisti che potranno ammirarle durante la notte, dal tramonto all’alba. Sarà una grande macchina di Bellezza.
“Il messaggio legato ai valori della Costituzione parte dalle scuole – sottolinea Antonio Presti – Dai giovani arriva un invito forte e autentico: bisogna riappropriarsi delle proprie radici culturali, conoscere meglio i propri diritti e i propri doveri. È un’occasione imperdibile che ci porta alla riflessione e che offre anche alle famiglie degli studenti una grande possibilità di confronto e di dialogo. Ogni ragazzo potrà, infatti, parlare della Costituzione non soltanto a scuola ma anche con i propri genitori e insieme faranno un percorso di crescita comune. E il loro messaggio arriverà a milioni di passeggeri che percorreranno l’asse dei servizi o visiteranno Librino. Chiunque transiterà nel tratto stradale dall’aeroporto alla città si domanderà chi ha realizzato le bandiere. Saprà che i giovani hanno trasferito su tela lo studio sulla Costituzione Italiana. Migliaia di studenti si presentano in questo modo uniti in nome di uno stesso ideale”.
Al fianco di Antonio Presti e della Fondazione Fiumara d’Arte ci sarà un grande maestro: il fotoreporter iraniano Reza che seguirà 100 bambini e alcuni fotografi professionisti. Cristina Bertelli coordinerà il progetto.
Il messaggio di solidarietà degli studenti si diffonderà attraverso il linguaggio artistico della pittura e giungerà anche nei luoghi di sofferenza. Per l’anno scolastico 2010/2011 la Fondazione Fiumara d’Arte ha rinnovato l’intesa con l’Azienda ospedaliero-universitaria “Policlinico-Vittorio Emanuele” per la realizzazione ad aprile 2011 di una mostra permanente nei locali della struttura sanitaria.