Home Politica scolastica La “Buona scuola” non domani ma già oggi

La “Buona scuola” non domani ma già oggi

CONDIVIDI
  • Credion

 “In attesa che le indagini dell’Ufficio Scolastico Regionale accertino esattamente la dinamica del caso, e che il Ministro Giannini proceda con decisione, come annunciato, qualora emerga che siano avvenuti in classe soprusi aggravati dall’omofobia – ha precisato – ritengo che sia doverosa oggi la presenza mia e del Sottosegretario Faraone in rappresentanza di PD e Governo”.

 

{loadposition articologoogle}

Icotea

 

Per Ascani “il Pd giustamente dice che il paese riparte se riparte la scuola, e per questo motivo si sta facendo promotore di una grande riforma. Non possiamo permettere che dei presunti gravi episodi gettino discredito su un sistema di scuole, presidi, professori, su una comunita’ che e’ impegnata con passione e professionalità tutti i giorni per l’educazione e la conoscenza”