Home Politica scolastica La Commissione Ue vuole migliorare l’istruzione dei suoi cittadini: finanziamenti in arrivo?

La Commissione Ue vuole migliorare l’istruzione dei suoi cittadini: finanziamenti in arrivo?

CONDIVIDI
  • Credion

L’Europa tiene all’istruzione dei suoi cittadini: la scuola, assieme ai trasporti, alla sanità e all’efficienza energetica, sono alcuni dei campi su cui interverrà il Piano di investimenti che il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker sta presentando a Strasburgo.

“Penso a un bambino di Salonicco che deve entrare in una scuola moderna, con i computer, penso – ha detto Juncker – ai servizi ospedalieri, penso al pendolare francese che potrà andare al lavoro in tram, risparmiando la benzina, migliorando la qualità dell’ambiente”.

Icotea

Al momento, non si hanno altre informazioni: in particolare, sarebbe utile capire l’entità dei finanziamenti e la destinazione. È probabile, comunque, anche a sentire le prime dichiarazioni di Juncker, che si punti a potenziare l’informatizzazione e la connessione a banda larga delle scuole.

Una parte dei fondi dovrebbero poi essere probabilmente destinati alla lotta alla dispersione scolastica, su cui l’Unione Europea si è impegnata dall’inizio del nuovo secolo con risultati alterni: diversi Paesi, tra cui l’Italia, detengono percentuali di abbandoni dei banchi quasi doppi rispetto all’obiettivo massimo prefissato del 10 per cento.