Home Sicurezza ed edilizia scolastica La gestione dell’emergenza a scuola tra terremoto e incendio

La gestione dell’emergenza a scuola tra terremoto e incendio

CONDIVIDI

Si ha una emergenza quando si verifica qualcosa all’interno o esterno del nostro edificio scolastico che può mettere a rischio la salute delle persone presenti.

Tra le emergenze ricordiamo quelle legate ad un terremoto o ad un incendio. Abbiamo una emergenza anche quando qualcuno a scuola si fa male o ha un malore. Le emergenza vanno gestite dal personale incaricato presente in ogni scuola.

Vediamo di seguito come comportarsi in caso di terremoto e incendio.

ICOTEA_19_dentro articolo

Il terremoto è un fenomeno naturale, quindi dobbiamo preparaci all’eventualità che esso avvenga senza farci sorprendere impreparati. Durante il terremoto bisogna cercare di stare calmi e rimanere dove siamo. Coloro che sono all’interno dell’edificio si debbono recare presso quelle parti di esso più resistenti e cioè, vicino ai muri maestri o comunque vicino alle strutture portanti o sotto gli architravi, ma sempre lontano dalle finestre; evitare l’uso di ascensori e tenere conto che le scale possono essere inagibili.

In aula o negli uffici è necessario, quindi portarsi sotto gli architravi o negli angoli dell’edificio e ripararsi sotto banchi e scrivanie.

E’ consigliabile rimanere uniti agli altri per tutta la durata del pericolo. Ricordarsi che quasi sempre, dopo una forte scossa di terremoto, avvengono delle repliche che potrebbero arrecare ulteriori danni alle strutture già lesionate.

L’incendio è una combustione che si sviluppa in modo incontrollato. La combustione è una reazione chimica tra un combustibile ed un comburente. I combustibili sono numerosi: legno, carta, petrolio, gas combustibile, ecc.

Il comburente che interviene in un incendio è l’aria o, più precisamente, l’ossigeno presente nell’aria. Il rischio di incendio, quindi, esiste in tutti i locali (nella scuola il rischio è molto basso). Durante un incendio e necessario coprirsi la bocca con un fazzoletto bagnato.

Se il fumo rende impraticabile il corridoio e/o le scale sigillare la porta della stanza in cui ci si trova preferibilmente con indumenti bagnati, con nastro adesivo o con altro materiale per evitare il passaggio del fumo, o comunque restare sdraiati sul pavimento mantenendo la calma ed attendendo i soccorsi. Manifestare la propria presenza aprendo le finestre per chiedere aiuto ai soccorritori senza sporgersi dai parapetti.