Home Attualità La lettera del papà alla Fedeli: la scuola delle mie figlie non...

La lettera del papà alla Fedeli: la scuola delle mie figlie non è a norma. Le terrò a casa

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La protesta del genitore contro la scuola che non garantisce la sicurezza per il figlio e i suoi compagni. Un papà di Roccalumera, paesino della provincia di Messina, denuncia la situazione critica delle strutture dei tre istituti scolastici.

Giuseppe Lombardo, papà di due alunne, ha inviato una lettera al ministro dell’istruzione Valeria Fedeli chiedendo un suo intervento e annunciando che terrà le bimbe a casa fino a quando gli istituti non saranno messi in sicurezza.

Nella lettera, Giuseppe Lombardo, padre delle due bambine, scrive: “Tutte le scuole di Roccalumera non sono ancora dotate delle certificazioni previste che secondo la normativa vigente gli enti proprietari degli immobili (Provincia e comuni) sono obbligati invece ad avere, con particolare riferimento per gli edifici scolastici per la verifica di sicurezza sismica”.

ICOTEA_19_dentro articolo

 

{loadposition carta-docente}

 

“Dopo ripetute sollecitazioni fatte sia in consiglio sia come esposto alla Procura non è stata messa in campo nessuna azione concreta”, aggiunge.

“Nella qualità di genitore, quindi, cara ministra – prosegue Lombardo – le dico che se è vero che i nostri figli hanno l’obbligo delle vaccinazioni per andare a scuola e noi per rispettarlo facciamo di tutto, non capisco perché l’obbligo per gli enti locali per la sicurezza degli edifici dove mandiamo i nostri figli non debba essere rispettato”.

“Quindi malgrado e spero non a discapito delle mie figlie, quest’anno, per lo meno fino a quando non verrà fatto quanto previsto dalle norme vigenti sulla sicurezza degli edifici scolastici, le mie figlie non entreranno a scuola in attesa che quanto previsto sia fatto”, conclude.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese