Home I lettori ci scrivono La politica renziana che ha distrutto la scuola pubblica

La politica renziana che ha distrutto la scuola pubblica

CONDIVIDI

Il 2016 inizia già con notizie non buone per l’economia del paese e in particolare per la scuola pubblica. Questo governo di mediocri, sta come al solito ignorando i veri problemi del paese. 

Il signor Renzi, abile manipolatore della realtà e abile venditore di aspirapolveri, gioisce per la Ferrari quotata in borsa, come se alla gente comune interessasse qualcosa della Ferrari quotata in borsa, mentre dei veri problemi questo governo di mediocri, se ne frega altamente, preoccupandosi solo di fare gli interessi delle cricche finanziarie, degli amici degli amici.

Icotea

I problemi del paese sono purtroppo irrisolti anzi sono peggiorati.

Dalla disoccupazione alle tasse, dalla sanità pubblica alle pensioni, dallo smantellamento dello stato di diritto alla catastrofe della scuola pubblica, tutto insomma, sembra ormai in bilico, tutto sembra precario e il signor Renzi se la spassa sulla neve, come niente fosse, con il suo solito sorriso oligofrenico.

C’è poco da stare tranquilli, ormai è chiaro almeno alle persone perbene e intelligenti,che questo governo è non solo inadeguato e incompetente a risolvere i problemi ma è anche un governo con un forte conflitto di interessi percio’ inidoneo, dallo scandalo delle banche agli interessi personali degli amici renziani delle cricche.

Allora come uscirne? L’unica soluzione è che qualche politico con un po’ di coscienza faccia cadere prima della scadenza naturale questo governo illegittimo e tornare alle urne,solo cosi, col voto democratico, possiamo sperare di chiudere definitivamente questa brutta parentesi e pagina di malgoverno renziano e di iniziare una nuova fase politica, dove gli interessi pubblici degli italiani, siano messi al primo posto e al centro dell’azione di un governo degno di questo nome.