Home Estero La scuola della biodiversità è a Parigi

La scuola della biodiversità è a Parigi

CONDIVIDI

La Scuola della Biodiversità è un progetto studiato per coinvolgere al meglio gli alunni in una visione ecologista a cui si unisce una docenza imperniata sull’illustrazione scientifica della biodiversità e dello sviluppo sostenibile.

La struttura potrà ospitare 18 classi di bambini – tra scuola materna ed elementare – e un centro sportivo aperto a tutti i cittadini, in un ambiente insolito che presenta una struttura “a ferro di cavallo” adibita a contenitore di una serie di spazi verdi, dedicati ad attività specifiche.

Icotea

Si parte dagli ambienti dedicati all’orto didattico, alle aule all’aperto dove ai ragazzi viene illustrata la biodiversità tramite lezioni teoriche e laboratori pratici, fino ad arrivare al roof garden che sovrasta l’intero edificio e che è pensato per essere l’area in cui trovano sede le attività di gioco e di ricreazione all’aria aperta.

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

Sul giardino sopraelevato, inoltre, sono state progettate serre e sezioni tematiche dedicate a specie vegetali non comuni, che serviranno ad accrescere nei ragazzi la conoscenza degli esemplari verdi meno diffusi su territorio francese. Il parco pensile, inoltre, è stato arricchito con una struttura che permetterà ai bambini di approcciarsi non solo alla flora, ma anche alla fauna del posto. Si tratta di una parete verde, intervallata da fessure e interstizi, in cui potranno essere ospitati quei piccoli animali che, in condizioni di salute precarie o meno, facciano fatica ad inserirsi nel complesso contesto urbano.

Un progetto di valore che fa dell’ecologia e del rispetto per l’ambiente due tematiche fondamentali da trattare non solo attraverso una ricca offerta formativa, ma anche lasciando intendere ai ragazzi che tutto quello che li circonda, nella loro quotidianità, è un dono della natura e come tale va trattato.