Home Didattica La triplice valenza delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione

La triplice valenza delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Nel 2006 veniva approvata a livello Europeo una Raccomandazione che includeva un quadro delle competenze chiave per l’apprendimento permanente.

La quarta di tali competenze era la competenza digitale. Essa veniva definita come “saper utilizzare, con dimestichezza e spirito critico, le tecnologie della società dell’informazione (TSI) per il lavoro, il tempo libero e la comunicazione.

Essa è supportata dalle abilità di base nelle TIC (Tecnologie di Informazione e di Comunicazione): l’uso del computer per reperire, valutare, conservare, produrre, presentare e scambiare informazioni nonché per comunicare e partecipare a reti collaborative tramite Internet”. Tale ambito di competenza veniva caratterizzato da conoscenze, abilità e atteggiamenti specifici.

ICOTEA_19_dentro articolo

Il raggiungimento di tali obiettivi appare pertanto subordinato al fatto che gli insegnanti siano, a loro volta, in grado di affrontare questo compito connotato non tanto dalla trasmissione di conoscenze tecniche specifiche, quanto dal cambiare il modo di fare scuola e di saper utilizzare proficuamente le tecnologie nella didattica quotidiana.

Se, fino ad oggi, la professionalità degli insegnanti si sviluppava lungo due assi principali: le conoscenze disciplinari e la capacità di progettare, organizzare, gestire processi di apprendimento tesi a garantire la crescita culturale dei propri allievi, oggi non può non prevedere un terzo asse centrato sull’uso delle tecnologie. E’ altresì opportuno tenere presente che le TIC si presentano all’insegnante con una valenza triplice, vale a dire come:

  • strumenti di supporto all’organizzazione e alla gestione della propria attività professionale; strumenti cioè che possono aiutarlo a rendere più efficace l’attività svolta dai docenti al di fuori della classe;
  • strumenti a supporto della loro attività culturale in quanto la rete Internet offre: la possibilità di reperire materiali utili alla didattica delle discipline, la possibilità di comunicare/collaborare in maniera proficua con colleghi ed esperti lontani, la possibilità di partecipare a dibattiti e seminari su temi di interesse senza la necessità di spostarsi dalla loro scuola o dalla loro abitazione;
  • strumenti in grado di migliorare e facilitare il processo di apprendimento della disciplina da parte dei propri allievi.

Preparazione concorso ordinario inglese