Home Ordinamento scolastico L’alternanza scuola-lavoro coinvolge 1,5mln studenti. Fedeli: un grande risultato

L’alternanza scuola-lavoro coinvolge 1,5mln studenti. Fedeli: un grande risultato

CONDIVIDI
  • Credion

La ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli in audizione al Parlamento, riferendosi all’alternanza scuola-lavoro ha detto che si tratta di una delle ”grandi novità” per l’anno scolastico in corso e che ha avuto un ”significativo sviluppo grazie anche alla legge 107 del 2015, che l’ha progressivamente resa obbligatoria e l’ha innovata”.

”Tale sviluppo è testimoniato dal progressivo incremento del numero di studentesse e studenti coinvolti. Nel 2016/2017, per il quale l’obbligatorietà è stata estesa agli studenti delle classi terze e quarte, la stima del numero degli studenti che ha partecipato ad esperienze di alternanza è di circa 1,1 milioni. Per l’anno scolastico in corso, in cui l’alternanza entra a regime completo, si prevede il coinvolgimento di circa 1,5 milioni di studenti, più o meno equamente ripartiti tra le classi terze, quarte e quinte dell’ultimo triennio di tutti i percorsi di studi”.

Icotea

Il Miur

 

Poi ha proseguito ricordando che per il 2017/2018, il Miur ha messo in campo una serie di importanti misure di accompagnamento: ”sarà aperta a tutte le scuole la Piattaforma di gestione dell’alternanza scuola-lavoro, strumento messo a disposizione di scuole, strutture ospitanti, studenti e famiglie per facilitare la progettazione, la gestione e il controllo dell’alternanza; è prossima la pubblicazione della ”Carta dei diritti e dei doveri degli studenti in alternanza scuola-lavoro”, prevista dal comma 37 della legge 107: dopo l’acquisizione dei prescritti concerti e pareri, il testo è attualmente in fase di esame da parte del competente dipartimento della Presidenza del consiglio dei ministri ai fini della definitiva autorizzazione prima della pubblicazione in Gazzetta ufficiale; è stato firmato in queste ore il protocollo con l’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro per mettere a disposizione delle scuole i tutor Anpal, esperti di mercato del lavoro che possano supportare referenti, tutor e dirigenti scolastici nell’implementazione dell’alternanza”.