Home Attualità Le Regioni: con 2 positivi in classe, in quarantena solo i non...

Le Regioni: con 2 positivi in classe, in quarantena solo i non vaccinati

CONDIVIDI
  • Credion

Sembra proprio che al ministero della salute si stia lavorando sulla possibilità di rivedere i protocolli della scuola per evitare la diffusione del virus, con le sue varianti, e garantire il più possibile la sicurezza ad alunni e personale.

L’ipotesi, relativa alle scuole primarie e secondarie, è quella di prevedere l’autosorveglianza per i vaccinati nel caso ci fossero due positivi in classe. Quindi quarantena solo per chi non si è vaccinato, in modo da indurre gli alunni alla vaccinazione, considerato l’alto tasso di positività tra i ragazzi, e nello stesso tempo evitare il ritorno in Dad, una ipotesi questa che si fa sempre più probabile.

Icotea

Su questo versante ci sarebbe pure lo sta bene delle Regioni che stanno chiedendo quarantena e didattica a distanza con due positivi in classe solo per i non vaccinati. Per chi si è vaccinato o è guarito negli ultimi tre mesi, ancora lezioni in presenza e autosorveglianza. Ma sarebbe pure previsto un tampone al decimo giorno.

Intanto Lombardia, Piemonte, Lazio e Sicilia passano in zona gialla da lunedì 3 gennaio. 

In base al monitoraggio dell’Agenzia Nazionale dei servizi sanitari regionali, il tasso di occupazione delle terapie intensive registra un calo in Abruzzo (al 12%) e Toscana (13%). Resta invece stabile, ma oltre la soglia del 10%, considerato uno dei parametri che determinano il passaggio delle regioni al colore giallo, in: Lazio (16%), Friuli Venezia Giulia (15%), Calabria (15%), Marche (17%), Provincia Autonoma di Bolzano (18%), Provincia Autonoma di Trento (23%), Piemonte (16%), Veneto (18%).

Inoltre l’Iss vede ben 7 Regioni ad alta probabilità di progressione a rischio alto, mentre, insieme alla Lombardia, in giallo passeranno anche Lazio, Sicilia e Piemonte, che in prospettiva rischia l’arancione con le terapie intensive al 16,2 % e le aree mediche al 20,2 %. La scorsa settimana non ci sono stati cambi di colore e dunque a Liguria, Marche, Veneto, Friuli Venezia Giulia, le Province di Trento e Bolzano e la Calabria si aggiungono le 4 che da lunedì prossimo cambieranno fascia portando ad 11 il totale delle regioni gialle.