Home I lettori ci scrivono Legata o meno, così non va

Legata o meno, così non va

CONDIVIDI
  • Credion
Ho letto inorridito quanto scrivono i genitori di questi giovani bulletti. Il tentativo di ribaltare i termini della situazione oltre che penoso dimostra, se ce ne fosse bisogno, la complicità e la mancanza di capacità educativa di questi genitori. Arrivare al punto di affermare che sono i loro figli ad essere vittime dei giornali ecc è demenziale.
Mi stupisce che la magistratura, essendo l’episodio divenuto pubblico, non abbia intrapreso al una iniziativa. Ricordo che in Toscana, già tempo fa, è stato stabilito da un tribunale che un docente nell’esercizio del suo lavoro è un pubblico ufficiale.
Dovrebbero o potrebbero i giudici intervenire d’ufficio?
Mi chiedo se l’episodio fosse successo a parti invertite cosa sarebbe successo.
Ricordo che il codice di comportamento del dipendente pubblico stabilisce anche di avere buoni e rispettosi rapporti con colleghi, DS, personale tutto con la stessa utenza.
In caso contrario il docente rischia una contestazione di addebito con il rischio che in casi gravi si possa arrivare al licenziamento.
È mai possibile che all’interno dello stesso ambiente si possano applicare regole e sanzioni diverse?
È mai possibile che genitori, studenti e a volte anche qualche DS possano permettersi qualsivoglia sopruso senza che si possa essere tutelati almeno nella propria dignità?
Mario Lorenzo