Home Archivio storico 1998-2013 Generico Legge di stabilità, altri tagli per la scuola italiana all’estero

Legge di stabilità, altri tagli per la scuola italiana all’estero

CONDIVIDI
  • Credion

Per il settore istruzione, oltre a quanto già indicato in un precedente articolo, altri problemi con la “legge di stabilità”: a causa delle riduzioni di spesa ai relativi capitoli di bilancio dei Ministeri, con particolare riferimento al Mae, per quanto riguarda il personale della scuola in servizio nelle sedi estere i tagli riguardano: il congelamento di 29 posti di personale docente, Ata e dirigenti previsti nel contingente triennale 2012-2014 docenti e Ata e del contingente triennale dirigenti; inoltre, l’indennità di prima sistemazione (- 40%) e l’indennità di richiamo in servizio (- 20%). Viene previsto (con apposito decreto interministeriale) la rideterminazione delle risorse relative agli assegni di sede per tutto il personale ed introdotta una precisazione sul trasporto degli effetti prevedendo un’unica spedizione.