Home I lettori ci scrivono Lettera a Renzi su “una ‘Buona Scuola’ che di buono ha ben...

Lettera a Renzi su “una ‘Buona Scuola’ che di buono ha ben poco”

CONDIVIDI

Caro Matteo Renzi,

La riforma della scuola…buona scuola?! Mah, forse sulla carta, per chi lavora nella scuola di buono c’è ben poco: manca la carta, mancano i tomer e i fotocopiatori e continuiamo a spendere in altro.

Icotea

Io insegno Lettere da 12 anni, benché ne abbia solo 35, sono di ruolo da 5 e quest’anno che ho ottenuto il passaggio di ruolo dalla classe A043 alla A050, nonostante le abilitazioni conseguite con il massimo dei voti, il corso di neoimmissione già svolto, 3 master e il PET di lingua inglese dovrò rifare tutto il corso con i neoimmessi, molti dei quali hanno alle spalle uno o due anni di insegnamento e un’abilitazione!

Non doveva iniziare ad aver importanza il c.v.? Magari un minimo di distinzione tra chi ha già svolto un percorso e chi no? Scusi non era più logico che chi, come me, abbia ricevuto il passaggio, svolga solo una tesina con un tutor, oltre ad adempiere al numero dei giorni di lezione indicati dalla legge?

Io non sono, come direbbe lei, una “fancazzista”, anzi, e infatti non dico che non dovrei fare niente perchè sarebbe sbagliato, ma ritengo sia altrettanto svilente essere equiparata a chi è appena stato emesso di ruolo, avendo già svolto a mio tempo quel percorso. Ma le sue riforme sono leggi ineluttabili, poco contano i pareri, lei li chiede facendo il moderno sui social, ma poi decide per tutti quello che in realtà già era stato sancito…o questa è l’impressione che dà e non solo a me, glielo assicuro!