Home Attualità Liceo biomedico, prossimo passaggio la sua istituzionalizzazione

Liceo biomedico, prossimo passaggio la sua istituzionalizzazione

CONDIVIDI

Il percorso del Liceo biomedico , ovvero a indirizzo biologico-sanitario, ideato nel 2011 dalla Dirigente scolastica Giusi Princi del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria, sta assumendo ormai un’attenzione e un’importanza anche a livello politico. Siamo già alla seconda annualità per 26 licei scientifici italiani che hanno sperimentato il percorso coordinati dal Liceo reggino, che ne è scuola polo a livello nazionale, altri 54 licei scientifici e classici sono stati selezionati, e hanno già attivato nelle loro scuole, per l’anno scolastico 2018/2019, uno o più corsi del Liceo a indirizzo biomedico.

Adesso il Senatore Mario Pittoni (Lega), Presidente della 7ª Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali) del Senato, ha dichiarato di essere impegnato in un percorso finalizzato all’istituzionalizzazione della sperimentazione del Liceo a indirizzo biologico-sanitario avviato fin dal 2011 al Leonardo da Vinci di Reggio Calabria.

In mezzo alla notizia

Intesa Miur e Fnomceo ci sono prospettive future

Nel 2011 la Dirigente Scolastica Giusi Princi del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria aveva avviato il percorso del Liceo biomedico stipulando un protocollo di intesa tra il Liceo della città dello Stretto e l’ordine dei medici della provincia reggina, dal 2017 questo modello, visti gli ottimi risultati anche in prospettiva dell’accesso alla facoltà a numero chiuso di medicina,  è stato esportato in una trentina di licei scientifici del territorio nazionale, grazie ad un protocollo di intesa tra Miur e Fnomceo (Ordine dei medici nazionale). Nell’agosto 2018, con il medesimo protocollo, il percorso è stato esteso, attraverso un bando pubblico del Miur, a un’altra cinquantina di licei scientifici e classici di tutte le regioni di Italia, tra i 178 che ne avevano fatto richiesta.

Il 30 ottobre 2018 al Miur, nella sala conferenze “Aldo Moro” si sono incontrati il Comitato scientifico nazionale dei medici, composto dai dottori Monaco, Stella, Veneziano e Tromba, la Dirigente scolastica Princi del Liceo scientifico “L. da Vinci” di Reggio Calabria, il Senatore Mario Pittoni (Lega) della 7ª Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali) del Senato, per fare il punto della situazione del percorso del Liceo biomedico con i 26 dirigenti scolastici, docenti referenti interni di ogni liceo e i relativi presidenti degli ordini provinciali. L’incontro è stato moderato dall’Ispettore Massimo Esposito del Miur che fa parte della Cabina di regia di questo importante progetto.

Il progetto sta procedendo a gonfie vele, le prospettive future, emerse e richieste dal dibattito in sala, vanno nella direzione che il percorso potrebbe essere, con un provvedimento ad hoc, istituzionalizzato per tutti i licei scientifici e classici del Paese, e che una percentuale di studenti, quelli più meritevoli del Liceo biomedico, potrebbero entrare, senza test di accesso, alle facoltà sanitarie che attualmente sono ancora numero chiuso.