Malattia personale docente: domande e risposte [VIDEO]

CONDIVIDI
  • GUERINI

In questo appuntamento con la nostra rubrica “A domanda, risponde…” a cura del prof. Lucio Ficara, le risposte ai quesiti dei nostri lettori sul tema delle assenze per malattia personale docente.

DOMANDA n. 1

Icotea

Nel periodo di malattia di un docente la visita fiscale può ripetersi più di una volta durante l’evento morboso?

RISPOSTA

Si, le visite fiscali possono essere ripetitive nell’arco dello stesso evento morboso. Le visite fiscali possono essere richieste tutti i giorni compresi il sabato, le domeniche e i festivi, anche in sequenza ripetitiva nella stessa giornata o in giorni diversi dello stesso periodo di malattia.

DOMANDA n. 2

Se il certificato di malattia di un docente copre dal lunedì al venerdì, sabato e domenica invece la scuola è chiusa, cosa succede se il docente continua il decorso di malattia a partire nuovamente da lunedì?

RISPOSTA

In tal caso il sabato e la domenica sono computati come malattia. È parere dell’ARAN che le giornate di sospensione dell’attività didattica o chiusura della scuola, comprese tra due periodi di malattia si considerano come un unico periodo di assenza per malattia se il docente non si sia reso disponibile per la ripresa in servizio.

DOMANDA n. 3

Un docente precario di quanta malattia dispone in un anno scolastico?

RISPOSTA

Dipende dalla tipologia del contratto. Se ha un incarico annuale o fino al termine delle attività didattiche, ai sensi del comma 4 dell’art.19 del CCNL scuola, ha diritto ad un mese di assenza di malattia pagata al 100% e nella misura del 50% nel secondo e terzo mese. Per il restante periodo fino a 9 mesi ha diritto alla conservazione del posto senza assegni. Se ha una supplenza breve invece ha diritto ad un solo mese di malattia pagato al 50%.

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook