Home Attualità Maturità 2021: come sarà?

Maturità 2021: come sarà? [RIVEDI LA DIRETTA]

CONDIVIDI

Torna l’appuntamento di Tecnica della scuola Live: in programma mercoledì 27 gennaio alle ore 15.30 la diretta sulla maturità 2021.
Come sarà? Quali ipotesi in campo? Ne parliamo con la Senatrice Laura Granato (M5S), la Deputata Carmela Ella Bucalo (Fratelli D’Italia) e l’esperto di normativa scolastica Lucio Ficara, collaboratore della testata. Conduce il dibattito il direttore Alessandro Giuliani.

Sulle modalità del prossimo esame di Stato abbiamo anche interrogato i nostri lettori, che si sono espressi a maggioranza per una prova unica, un maxi orale sul modello dell’esame 2020. Gli esiti del nostro sondaggio a questo link.

Icotea

RIVEDI LA DIRETTA

L’iter che porterà all’Esame di Stato

A fine gennaio di ogni anno scolastico, il Ministro dell’Istruzione rende pubbliche le materie della seconda prova scritta e le discipline che verranno assegnate ai commissari esterni.

A seguire, all’interno dei Consigli di classe vengono individuati i commissari interni; e dal Ministero vengono disposte le  scadenze per la presentazione delle domande di partecipazione agli esami come Presidente e/o commissario esterno.

Cosa succederà quest’anno?

Ipotesi di calendario

La prima prova scritta dovrebbe svolgersi il giorno 16 giugno 2021, alle ore 8:30.

Come dovrebbe svolgersi?

Prima dell’emergenza: le prove dell’esame di Stato della scuola secondaria di secondo grado sono tre: Prima prova scritta di italiano; Seconda prova scritta diversa per indirizzo di scuola; colloquio orale.

Durante l’emergenza: anno scolastico 2019/2020 le prove scritte dell’esame di Stato della secondaria di secondo grado sono state soppresse, si è svolto solo il colloquio orale il giorno 17 giugno 2020.

Commissioni

Prima dell’emergenza: le commissioni d’esame sono costituite da due sottocommissioni con commissari sia interni che esterni, con Presidente esterno.

Durante l’emergenza: le commissioni d’esame sono costituite da due sottocommissioni, costituite ciascuna da sei commissari Ministero dell’Istruzione, appartenenti all’istituzione scolastica sede di esame, con presidente esterno unico per le due sottocommissioni.

Valutazione

Il credito scolastico è attribuito fino a un massimo di sessanta punti di cui diciotto per la classe terza, venti per la classe quarta e ventidue per la classe quinta.

Valutazione del colloquio fino ad un massimo di 40 punti.

Punteggio integrativo fino ad un massimo di 5 punti per i candidati che abbiano conseguito un credito scolastico di almeno cinquanta punti e un risultato nella prova di esame pari almeno a trenta punti.

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook