Home Attualità Mobilità, la soluzione c’è; la proposta di Scuola Bene Comune e No...

Mobilità, la soluzione c’è; la proposta di Scuola Bene Comune e No Docenti Vincolati

CONDIVIDI

In questi giorni i Gruppi SBC (Scuola Bene Comune) e NDV (No Docenti Vincolati) hanno inviato al Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, ai politici di ogni schieramento e alle OO.SS. del comparto la loro piattaforma sull’abolizione dei vincoli nella mobilità per i docenti neo immessi in ruolo dal 2020/21 e per tutti quelli che, a partire dall’a s. 22/23, otterranno un trasferimento o un passaggio di cattedra o di ruolo.

La piattaforma è formata da una premessa e da un quadro della situazione esistente in cui si illustra la problematica dei vincoli con le sue implicanze ed anomalie, e da una proposta risolutiva del problema dei vincoli nella mobilità.
I due Gruppi propongono che l’intera problematica sia ricondotta per legge nell’alveo della contrattazione di comparto e suggeriscono emendamenti per l’abrogazione dei vincoli che però non spacchettino i trasferimenti dalle utilizzazioni e dalle assegnazioni provvisorie.

Icotea

In attesa di una soluzione parlamentare viene proposta anche una soluzione ponte per l’a.s. 22/23 che preveda il congelamento dei vincoli introdotti dalla legge 159/2019 e dalla 106/2021 con la stipula di un contratto preliminare al CCNI triennale sulla mobilità 22/25 che consenta almeno, vista la ristrettezza dei tempi, per il prossimo anno scolastico sia i trasferimenti sia le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie, uscendo dalle logiche delle deroghe che creano solo disparità di trattamento tra docenti che hanno uguali diritti.

LEGGI IL DOCUMENTO DI SBC-NDV