Home Attualità Morra: gli studenti facciano esperienza con i beni confiscati alla mafia

Morra: gli studenti facciano esperienza con i beni confiscati alla mafia

CONDIVIDI
  • Credion

Come abbiamo anticipato, il Ministero dell’Istruzione ha finanziato il terzo settore con 5 milioni di euro. Nicola Morra, presidente della Commissione parlamentare antimafia, si dice soddisfatto, nella misura in cui una parte di queste risorse verrà destinata a progetti di antimafia.

“Sono veramente lieto che lo stimolo dato al ministero dell’Istruzione, già con la precedente ministra Azzolina ed oggi con il ministro Bianchi e la sottosegretaria Floridia, dia impulso e sostegno economico alle cooperative sociali che lavorano sui beni confiscati per l’insegnamento e l’educazione alla legalità,” ha dichiarato il presidente della commissione antimafia.

“Abbiamo chiesto ed ottenuto di ampliare e dare continuità al progetto pilota dello scorso anno che ha portato oltre mille studenti a vivere esperienze formative in dei beni confiscati alla mafia – riferisce Nicola Morra -, da oggi quell’esperienza diventa realtà grazie ad un avviso pubblico”.

Il bando sulla legalità

E conclude: “Il Ministro Bianchi e la sottosegretario Barbara Floridia hanno lavorato con decisione promuovendo un bando da 1,8 milioni di euro destinati ai progetti che presenteranno le cooperative del terzo settore per potenziare programmi di formazione con le scuole. Questa è un’azione concreta di promozione della legalità e nel contrasto alle mafia, perché solo l’educazione dei giovani studenti è il vero antidoto alla subcultura della mafia“.