Home I lettori ci scrivono Mostra: “Emancipazione femminile vista attraverso i Giochi Olimpici”

Mostra: “Emancipazione femminile vista attraverso i Giochi Olimpici”

CONDIVIDI
  • Credion

Egregio Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi

Chi le scrive è un’insegnante della scuola media statale italiana che ha effettuato un lavoro sull’Emancipazione femminile vista attraverso i Giochi Olimpici”; lavoro che in seguito si è trasformato in una mostra itinerante di 51 pannelli per essere maggiormente usufruibile.

Icotea

Questo lavoro è il frutto delle mie energie, delle mie ricerche, delle mie conoscenze ma soprattutto della mia passione nei confronti dello sport e dell’insegnamento e in particolare delle donne che si sono impegnate negli anni nelle varie attività.

Il mio obiettivo è stato sin dal primo momento quello di far conoscere alle nuove generazioni che i risultati nel mondo dello sport , come in tutti quelli della vita, si raggiungono con l’impegno, il rispetto delle regole e naturalmente l’onestà e la correttezza. Proprio per questo motivo il mio lavoro, che avrei potuto vendere a marchi sportivi, l’ho regalato al Panathlon International perché attraverso le sue sedi nazionali ed internazionali potesse permettermi di portare la mostra in un viaggio itinerante ed essere visitata in tutte le piccole e grandi città privilegiando gratuitamente prima di tutti gli allievi delle scuole di ogni ordine.

Proprio per questo motivo sono profondamente amareggiata per il mancato patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione per il quale io lavoro da 38 anni e, anche se vicino alla pensione, continuo ad essere creativa ed operativa anche in forme diverse dalle solite lezioni frontali nella scuola di appartenenza.

Mi permetto di segnalarLe che, anche se il Ministero non l’ha presa in considerazione, questa mostra ha ottenuto i seguenti patrocini e lettere di encomio da:

– Enti istituzionali

Adesione del Presidente della Repubblica Pier Giorgio Napolitano

Lettera di encomio di Papa Francesco

Patrocinio del Senato della Repubblica

Premio di rappresentanza della Presidenza della camera dei Deputati

Patrocinio della Presidenza del Consiglio

Lettera di encomio del Commissario Europeo per lo sport, Istruzione, Cultura, Multilinguismo e Gioventù

Patrocinio dell’A.N.C.I.

– Enti sportivi internazionali

Lettera di encomio del C.I.O.

Patrocinio della F.I.C.T.S. (Federazione Internazionale del cinema e Televisione sportiva)

Lettera di encomio dell’I.C.E.S. (International Centre Ethics in Sport)

– Enti sportivi nazionali

Patrocinio del C.O.N.I. (Comitato Olimpico Nazionale Italiano)

Patrocinio del C.I.P. (Comitato Italiano Paralimpico)

Patrocinio di Special Olympcs Italia

Patrocinio del C.S.E.N. (Centro Sportivo Educativo Nazionale)

Patrocinio ACES Europe (European Capitals and Cities of Sport Federation)

Torino 2015 – Capitale Europea dello Sport

La mostra è stata inaugurata a Roma il 18 novembre 2014 presso la sede C.O.N.I .di Roma e in quel giorno, (come dovrò fare per le altri sedi dove regolarmente incontro studenti delle scuole per parlare di questa tematica) ho preso un giorno di ferie per poter giustificare la mia assenza dalla scuola.

La ringrazio per la sua cortese attenzione augurandoLe buon lavoro e chiedendoLe di riferire al Ministro della Pubblica Istruzione che la sottoscritta, nonostante amareggiata, continuerà a fare un servizio educativo gratuito in tutte le scuole italiane, estere e sedi dove la mostra transiterà per poter esercitare, anche fuori dalla scuola in cui insegno , questa splendida professione su questa tematica particolarmente interessante. Se poi il Ministro, venuta a conoscenza di questa situazione, volesse ricevermi sarei lieta di presentarLe il progetto che potrebbe diventare un progetto speciale gratuito per le casse ministeriali.

Attendo fiduciosa sue notizie in merito.