Home Generale Nel paese dei dolci mancano gelatai e pasticceri

Nel paese dei dolci mancano gelatai e pasticceri

CONDIVIDI

Secondo un’indagine elaborata dall’Ufficio Studi Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi , nel mondo delle gelaterie e pasticcerie, mancherebbero 250 operatori qualificati.

Mentre il settore gelaterie e pasticcerie risulta in salute, con un indotto complessivo di 93.000 addetti, in media 2,3 per impresa, con il 42,9% di giovani e con una forte presenza delle donne, il 43,2%, mancano però  circa 250 gelatai e pasticceri artigianali qualificati.

Icotea

Nel settore fra l’altro primeggiano i contratti a tempo indeterminato (nel 60,7% dei casi), contro il 39,3% a tempo determinato. Da segnalare l’elevata percentuale di occupati al Sud e nelle isole, il 42,9%.

A fronte dunque di un quadro positivo, emerge inadeguatezza dei candidati (in particolare a causa di una preparazione insufficiente nel 40% dei casi), e ridotto numero degli stessi (a causa della concorrenza tra le imprese per il 37,5% dei casi e perché nel 62,5% dei casi risulta che poche persone esercitano questa tipologia di professione). Il fattore che meglio spiega questo scenario in controtendenza risiede nella mancanza di una formazione adeguata per gli operatori, tanto che l’86,9% degli addetti annuncia la necessità di una maggiore e più approfondita preparazione.