Home Formazione iniziale Neoassunti, la formazione on-line è stimata in 20 ore

Neoassunti, la formazione on-line è stimata in 20 ore

CONDIVIDI

Secondo quanto previsto dal D.M. Miur n. 850 del 27/10/2015, i 90 mila docenti neoassunti nell’a.s. 2015/2016 riceveranno la conferma di immissione in ruolo solo dopo un aggiornamento professionale obbligatorio, ovvero un periodo di formazione pari a 50 ore, di cui 20 stimate online.

Le fasi previste per la formazione sono:

Icotea
  • Bilancio iniziale delle competenze (3 ore – Piattaforma Indire)
  • Incontro propedeutico (3 ore)
  • Laboratori formativi (4 incontri di 3 ore ciascuno)
  • Peer to Peer, cioè reciproca osservazione in classe tra tutor e docente neoassunto (12 ore, con il supporto della piattaforma Indire)
  • Formazione online (14 ore – Piattaforma Indire)
  • Bilancio finale delle competenze (3 ore – Piattaforma Indire)
  • Incontro di restituzione finale (3 ore)

Ieri, 18 febbraio, è stata aperta la piattaforma Indire, attraverso la quale i docenti saranno accompagnati in quest’anno di formazione con una serie di attività guidate di analisi e di riflessione sul loro percorso professionale durante tutto il periodo di formazione.

 

{loadposition bonus}

 

La prima operazione che il docente neoassunto dovrà eseguire nell’ambiente on-line è l’inserimento del bilancio delle competenze iniziale, un’autovalutazione sull’insegnamento, utile a evidenziare i punti di forza e le aree di miglioramento (vedi modello predisposto dall’Indire).

La piattaforma online consentirà anche di elaborare un curriculum formativo, con il quale il docente potrà documentare le proprie esperienze educative e i risultati ottenuti durante la progettazione, realizzazione e valutazione delle attività di formazione.

Sarà anche possibile, per l’insegnante, creare il portfolio delle attività, uno strumento nel quale raccogliere e presentare le attività realizzate, mettere in luce le competenze formative e riflettere sulle proprie capacità relazionali.

Al termine del percorso formativo il docente potrà tracciare anche il bilancio finale delle competenze, un documento che evidenzia i miglioramenti ottenuti durante il periodo di formazione e permette di individuare le aree che necessitano di un ulteriore potenziamento.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola