Home Generale Non sarà intitolata a Vito Scafidi la nuova scuola

Non sarà intitolata a Vito Scafidi la nuova scuola

CONDIVIDI

La nuova scuola del comune di Pianezza, che sarà inaugurata il 23 giugno, non porterà inciso sulla targa all’ingresso dell’istituto il nome di Vito Scafidi, ma quello di Madre Teresa di Calcutta.

Cinzia Caggiano, madre di Vito Scafidi, il 17enne morto nel crollo al liceo Darwin, nonostante le promesse, non ha visto realizzare la sua richiesta, e accusa il sindaco di «non mantenere le promesse». «Vito è un simbolo della battaglia per la sicurezza nelle scuole – racconta la donna -. Non accetto che il suo nome venga strumentalizzato a fini politici. Il sindaco lo ha usato, e per giunta a mia insaputa. E adesso che siamo al dunque, ritratta».  

Icotea

La polemica, scrive La Stampa, parte anche da Facebook, dove la madre di Vito fa pure sapere che la scuola dell’infanzia si trova a poco meno di 50 metri dalla casa in cui Vito è cresciuto e in cui Cinzia continua ad abitare.

 

{loadposition carta-docente}

 

 

Dal canto suo, scrive La Stampa,  il sindaco non ci sta a passare per traditore, anzi si dice «profondamente amareggiato».  

«In questo nuovo istituto – spiega il primo cittadino – verrà trasferita la scuola materna già esistente, la “Madre Teresa di Calcutta” che occupava gli spazi all’interno della elementare. Quindi non si tratta più di dare un nome a una nuova scuola, ma di cambiarlo. E farlo spetta al consiglio d’istituto».

«Penso che il nome sia il problema minore – conclude il sindaco -. Costruire scuole sicure è il miglior modo per onorare Vito».