Home Attualità Nuovo documento Regioni, Costarelli (Anp Lazio): “Cambio di rotta inaspettato, rischiamo classi...

Nuovo documento Regioni, Costarelli (Anp Lazio): “Cambio di rotta inaspettato, rischiamo classi deserte”

CONDIVIDI

Ancora novità in arrivo per gli alunni e per i dirigenti scolastici che dovranno come sempre vigilare sulla gestione dei casi Covid. Un nuovo documento che le Regioni hanno preparato per il Governo con la revisione e il superamento dell’attuale sistema di sorveglianza nelle scuole. In questo è prevista la sospensione della didattica in presenza solo per i soggetti sintomatici, la sospensione del contact tracing e il mantenimento dell’autosorveglianza. Sentita dall’Adnkronos, la presidente dell’Associazione Nazionale Presidi del Lazio Cristina Costarelli ha espresso alcune perplessità: “Ci adeguiamo ma ci prepariamo alle certe paure delle famiglie e dei docenti sulla disposizione che consente agli asintomatici positivi di stare in classe”.

Ancora Costarelli afferma: “Molto probabile che le famiglie non manderanno a scuola i figli in presenza di positivi asintomatici. Già adesso dopo due casi di positività in classe, decidono di tenerli a casa, anche se vaccinati entro i 120 giorni in regime di sorveglianza. Se si continua a non tener conto dello stato psicologico della gente, rischiamo di trovarci con classi deserte, quasi interamente in Dad”.

Icotea

Insomma la proposta delle Regioni non convince: “Non tiene conto della realtà ed è difficilmente comprensibile, è un cambio di rotta improvviso che creerà problemi. Fino ad oggi la massima cautela, alla primaria tutti a casa con due casi e dall’oggi al domani tutti a scuola? Non si spiega”.