Home Attualità Nuovo Governo, nel programma ci sono più soldi alla scuola da subito....

Nuovo Governo, nel programma ci sono più soldi alla scuola da subito. Zingaretti: andiamo a cambiare l’Italia

CONDIVIDI

Dopo alcuni giorni di sostanziale silenzio sul fronte dell’Istruzione e della Conoscenza, nel primo dei 26 punti della bozza di programma di governo M5S-Pd, spunta la Scuola e la necessità di finanziarla con maggiori risorse. L’operazione sarebbe immediata, da attuare già con la prossima legge di Bilancio.

Le disposizioni nella prossima legge di Bilancio

Con riferimento alla legge di bilancio per il 2020si legge sul blog delle Stellesarà perseguita una politica economica espansiva, senza compromettere l’equilibrio di finanza pubblica, e, in particolare: neutralizzazione dell’aumento dell’IVA, sostegno alle famiglie e ai disabili, politiche per l’emergenza abitativa, deburocratizzazione e semplificazione amministrativa, maggiori risorse per scuola, università, ricerca e welfare“.

Un accenno all’Istruzione, sempre nel programma del Governo giallo-rosso in via di composizione, viene fatto anche al punto 19, nel quale si parla di necessità di “tutelare i beni comuni, come la scuola, l’acqua pubblica, la sanità”.

ICOTEA_19_dentro articolo

Pure il segretario Pd parla di rilancio di scuola, università e ricerca

La conferma dell’attenzione particolare ai temi della scuola è arrivata, nella serata del 3 settembre, quando, su Facebook, il segretario del Pd Nicola Zingaretti ha scritto: “Con la chiusura del lavoro programmatico si è fatto un altro passo avanti per un Governo di svolta. Ridurre le tasse sul lavoro, sviluppo economico, green economy, rilancio di scuola, università e ricerca, modifica radicale dei decreti sicurezza. Ora andiamo a cambiare l’Italia“.

Il Partito Democratico, tuttavia, nello scacchiere venutosi a determinare con il nuovo Esecutivo giallo-rosso non dovrebbe aggiudicarsi il ministero dell’Istruzione. Al Miur, sembra che andrà un “grillino”: Nicola Morra oppure Vincenzo Spadafora.