Home Politica scolastica Omofobia, Centemero (Forza Italia): “Servono buoni esempi e educazione affettiva”

Omofobia, Centemero (Forza Italia): “Servono buoni esempi e educazione affettiva”

CONDIVIDI
  • Credion

“Il rispetto reciproco è la prima cosa che si deve insegnare a scuola. Per questo, se confermata, la vicenda di Assisi richiede una risposta ferma: la discriminazione e i cattivi insegnamenti non possono trovare spazio tra i banchi di scuola”. Lo dichiara, in una nota, la responsabile Scuola e Università di Forza Italia, Elena Centemero. “Chiediamo da tempo di promuovere nei programmi scolastici l’educazione all’affettività perché è proprio nelle scuole che i giovani formano la loro personalità. I ragazzi hanno bisogno di esempi positivi e di un aiuto a maturare al riparo da pregiudizi insensati; solo così possiamo sperare che piaghe come l’omofobia e la violenza sulle donne vengano definitivamente superate”, conclude.