Home Archivio storico 1998-2013 Estero Oscar Giannino: è necessario rifondare il sistema dei concorsi

Oscar Giannino: è necessario rifondare il sistema dei concorsi

CONDIVIDI
  • Credion

Nel primo caso si evidenzia che le capacità manageriali sono molto difficili da identificare tramite un concorso, e nel contempo che in qualsiasi campo reale dell’economia non ci sono concorsi per diventare manager. Il Fid ritiene che sia opportuno assumere tramite un concorso a evidenza pubblica delle società specializzate nell’individuare le persone più adatte e dotate di requisiti minimi fondamentali per dirigere una scuola e attraverso il concorso individuare tra questi i più meritevoli.
Altro aspetto di non secondaria importanza è quello dell’inamovibilità del Dirigente scolastico, utile a garantire un meccanismo di garanzia e di controllo per il sistema scuola. Per quanto riguarda il concorso a cattedra la lista di Oscar Giannino pensa che nel breve periodo possano essere considerati i diritti di quei docenti cui è stato chiesto di seguire una certa procedura, affrontando anche delle spese per l’abilitazione e che si sono conquistati con lo studio un interesse legittimo nei confronti della pubblica amministrazione.
Definito tutto questo, secondo il Fid è necessario spostarsi verso un modello che garantisca il merito e che contrasti anche in questo caso, come per la dirigenza, l’inamovibilità del personale assunto.
Pertanto il Fid pensa a un modello sul tipo di quello inglese, dove si accede a un albo in conformità a determinati requisiti e successivamente saranno le singole scuole a decidere chi assumere. Comunque, sempre a parere del Fid, oggi in Italia le liste ad esaurimento vanno cancellate, perché bisogna fare in modo che una parte delle assunzioni vada agli insegnanti più meritevoli e non solo a quei docenti che circa una ventina di anni fa sono arrivati quasi in fondo alla graduatoria degli idonei all’insegnamento.