Home Attualità Papa Francesco pranzerà con i profughi a Lesbo

Papa Francesco pranzerà con i profughi a Lesbo

CONDIVIDI

Quella del Papa a Lesbo è una visita ecumenica e umanitaria, senza alcun risvolto politico.

Il primo ministro Alexīs Tsipras sarà presente all’accoglienza e alla partenza di Papa Francesco in aeroporto, ma non vi sarà alcun discorso ufficiale.

Icotea

La prima tappa della giornata è al campo dei rifugiati di Moria, dove sono accolti 2.500 profughi richiedenti asilo. Lì intorno alle 11,15 arriveranno Papa Francesco, Bartolomeo I e Hieronimus II. In una tenda collocata nel cortile del centro profughi i tre saluteranno personalmente circa 250 richiedenti asilo.

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

 

Seguiranno dapprima dei brevi discorsi nel cortile dal podio. Prima parlerà Hieronimus II in greco, poi Bartolomeo I che parlerà in inglese e Papa Francesco in italiano. Poi la firma di una dichiarazione congiunta di un impegno ecumenico di carattere umanitario.

Papa Francesco, Bartolomeo I e Hieronimus II condivideranno il pranzo in un grande container all’interno del campo profughi assieme a 8 rifugiati, di diversa nazionalità e lingua.

Nel pomeriggio ci si sposterà al porto di Mitilene dove si farà memoria delle vittime delle migrazioni. E dove è previsto un discorso di Papa Francesco in italiano, poi tradotto in greco dal parroco cattolico di Mitilene. A prendere parte alla cerimonia ci sarà la comunità cattolica di a Lesbo e arriveranno anche altri fedeli cattolici che vivono sulle isole vicine e che si fermeranno in Chiesa per dormire.

A seguire la preghiera ecumenica sempre in tre lingue.

Si chiude la giornata all’aeroporto dove sono previsti tre incontri privati di commiato con il primo ministro greco Tsipras, con Bartolomeo I e Hieronimus II.