Home Generale Papà Scafidi: ora si volta pagina

Papà Scafidi: ora si volta pagina

CONDIVIDI

“Oggi finalmente si volta pagina”. Non riesce a trattenere le lacrime Fortunato Scafidi, papà di Vito, lo studente di 17 anni che nel novembre 2008 morì nel crollo della scuola Darwin di Rivoli: la Cassazione ha appena confermato le sei condanne, tre a carico di funzionari della Provincia di Torino e tre per gli insegnanti che si erano alternati come responsabili della sicurezza dell’istituto superiore della provincia di Torino. 

“Siamo contenti, per quanto lo si possa essere dopo avere perso il nostro Vito: oggi abbiamo avuto giustizia anche se sapevamo di avere già perso perché non possiamo riaverlo con noi”, afferma all’Ansa l’uomo, che si trova con la moglie Cinzia Caggiano e la figlia Paola a Roma, dove ha atteso la sentenza della Cassazione che ha confermato la condanne emesse in appello nell’ottobre del 2013.

Icotea

Per il papà di Vito, imprenditore edile di Pianezza, “non è possibile che nessuno ne sapesse niente. Chi è pagato per sapere deve sapere, è il suo lavoro”.

 

{loadposition eb-territorio}

 

“I magistrati hanno dato un segnale al Paese. E’ una svolta, altrimenti ognuno avrebbe continuato a fare ciò che vuole. I giudici hanno ricordato Vito nel modo migliore. D’ora in poi sicuramente ci sarà più attenzione, si è stabilito – ha concluso – che chi sbaglia paga”.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola