Home Disabilità PEI: il gruppo di lavoro operativo sull’inclusione può riunirsi in video conferenza?

PEI: il gruppo di lavoro operativo sull’inclusione può riunirsi in video conferenza?

CONDIVIDI

Il Dl 228 del 30 dicembre 2021 recante disposizioni urgenti in materia di termini legislativi, più comunemente conosciuto come decreto milleproroghe (per capirci, quello che ha spostato al 31 marzo 2022 il termine dello stato di emergenza nel nostro Paese), è in discussione al Senato, dove, in vista della conversione in legge, si analizzano il relativo dossier e le schede di lettura.

Il Gruppo di lavoro operativo per l’inclusione

Tra i temi in discussione quello relativo all’organizzazione lavorativa del cosiddetto Gruppo di lavoro operativo sull’inclusione.

Icotea

In argomento, si ricorda, preliminarmente, che, ai sensi dell’art. 15, co. 10,
della L. 104/1992, al fine della definizione dei Piani educativi individualizzati (PEI) e della verifica del processo di inclusione, compresa la proposta di quantificazione di ore di sostegno e delle altre misure di sostegno, tenuto conto del profilo di funzionamento, presso ogni istituzione scolastica sono costituiti i Gruppi di lavoro operativo per l’inclusione dei singoli alunni o studenti con accertata condizione di disabilità.

Ogni Gruppo di lavoro operativo è composto da:

  • team dei docenti contitolari o del consiglio di classe,
  • genitori dell’alunno o dello studente, o chi esercita la responsabilità genitoriale,
  • figure professionali specifiche, interne ed esterne all’istituzione scolastica che interagiscono con la classe e con l’alunno,
  • unità di valutazione multidisciplinare,
  • gli studenti in condizione di disabilità.

Lo stesso dossier ricorda che in base al comma 11, all’interno del Gruppo di lavoro operativo è assicurata la partecipazione attiva degli studenti con accertata condizione di disabilità in età evolutiva ai fini dell’inclusione scolastica nel rispetto del principio di autodeterminazione.

Al riguardo, l’articolo 1, co. 4-bis, del D.L. 22/2020 (L. 41/2020) aveva previsto la possibilità di effettuare in videoconferenza le sedute del Gruppo di lavoro operativo per l’inclusione, fino al perdurare dello stato di emergenza. Oggi, quelle sedute, dunque, possono essere svolte in videoconferenza fino al 31 marzo 2022.

Eventuali cambiamenti a questo stato di cose potrebbero subentrare durante il percorso parlamentare del provvedimento legislativo, quando il Dl 228 verrà convertito in legge, attorno alla fine di febbraio 2022.