Home Pensionamento e previdenza Pensioni, Giuliani: uscita anticipata a 63 anni va concessa a tutti i...

Pensioni, Giuliani: uscita anticipata a 63 anni va concessa a tutti i docenti

CONDIVIDI

“Andare in pensione a 67 per i docenti significa alzare ulteriormente l’età media dei nostri insegnanti”.

Lo ha detto, nel corso del programma Open Day su Radio Cusano Campus, il direttore de La Tecnica della Scuola, Alessandro Giuliani.

Icotea

Giuliani ha ricordato che per la scuola possono accedere all’APE Social, il pensionamento anticipato fino a 3 anni e 7 mesi in cambio di qualche decina di euro al mese, solo le educatrici e i maestri della scuola materna.

“In questo modo, il governo ha creato una vera discriminazione. Perché non si capisce il motivo per il quale un docente che gestisce bambini fino a 5 anni debba avere riconosciuto un carico di lavoro particolarmente stressante e a chi gestisce gli stessi bambini da 6 anni in poi lo stesso diritto debba essere negato”.

 

 

Il direttore ha quindi ricordato che in questo modo l’età media dei docenti non potrà che alzarsi: “già oggi in Italia abbiamo due docenti su tre con oltre 50 anni di età. Le agevolazioni per andare prima in pensione dovevano essere estese anche a tutti gli altri insegnanti. Invece, le indicazioni che arrivano dal governo sono addirittura contrarie perché dal 2019 la soglia per lasciare il lavoro potrebbe essere innalzata a 67 anni. In questo modo il servizio pubblico formativo non potrà che avere ripercussioni negative: ricordiamo che in Italia abbiamo pochissimi docenti under 30 e la stessa nuova formazione prevista dai decreti legislativi della Buona Scuola allunga il percorso formativo che i vincitori del concorso a cattedra dovranno sostenere. Quello di diventare insegnante prima dei 30 anni rimane un sogno”.

Durante la trasmissione si è anche parlato di trasferimenti della scuola dell’infanzia (“i maestri dei bambini fino a 6 anni continuano a essere danneggiati perché per loro non sono previste assunzioni straordinarie e potenziamento”); si è parlato infine della maturità che domani prenderà il via.

 

{loadposition carta-docente}