Home Attualità Percorsi didattici personalizzati al Festival internazionale di robotica a Pisa

Percorsi didattici personalizzati al Festival internazionale di robotica a Pisa

CONDIVIDI

Sarà una manifestazione all’insegna delle competenze incentrate su futuro ed innovazione.

È questa la promessa degli organizzatori del primo festival internazionale della robotica, in programma a Pisa dal 7 al 13 settembre prossimi con un ricco programma della manifestazione, promossa e sostenuta dall’istituto di bio robotica della scuola superiore di Sant’Anna e dalla fondazione Arpa in collaborazione con il Comune di Pisa e la Regione Toscana

Icotea

L’elemento portante del festival sarà un’esposizione interattiva che vedrà protagonisti i robot nei settori della chirurgia, della riabilitazione, dell’assistenza agli anziani e alle persone disabili. Si vedranno dunque anche protesi bioniche, ma anche interazione fisica ed emotiva tra robot e le persone, si parlerà di realtà virtuale e di robotica industriale nonché di agricoltura di precisione per finire con la robotica marina, droni e robotica dell’arte.

L’evento coinvolgerà i visitatori in percorsi specifici dove potranno ammirare degli automi in azione, con la possibilità di interagire con loro.

Particolare attenzione verrà data alle visite delle scolaresche, con percorsi didattici pensati appositamente per loro secondo studi costruiti con criteri scientifici che verranno elaborati con i responsabili degli Istituti scolastici.

 

{loadposition carta-docente}

 

Il vasto programma prevede anche numerosi convegni e dibattiti, sia di taglio più scientifico che divulgativo: saranno coinvolti esperti e personalità di vari ambiti culturali, da psicologi e sociologi a economisti e giuristi. Proprio perché il mondo della robotica non può essere relegato ad un fattore puramente tecnologico, ma il suo utilizzo e la sua inclusione nella vita sociale e lavorativa hanno risvolti ed impatti a 360 gradi.

Quando mi prospettarono l’idea di realizzare una serie di eventi per valorizzare un patrimonio di così larga portata, quale la robotica, non ci pensai più di tanto. La scintilla era scoccata e in poco tempo siamo riusciti ad approntare un qualcosa di unico di cui non solo la comunità scientifica mondiale dovrà, d’ora in avanti, tenere conto“, ha detto il professor Franco Mosca, presidente dell’Arpa, nello spiegare la genesi dell’evento durante la presentazione avvenuta alla stampa il 29 maggio a Pisa. La città non è stata scelta a caso, visto che uno dei luoghi dove la robotica è nata ed oggi già leader mondiale nel settore.

Da non trascurare infine l’aspetto dedicato alla cultura e all’arte con il teatro Verdi, che ospiterà una rassegna musicale con il concerto di Bocelli, del violinista Brand Repp e della soprano Maria Luigia Borsi.

La “città dei Saperi”, Pisa, alla ribalta mondiale quindi , per un evento che farà sicuramente bene al Paese Italia nel quadro del piano Industria 4.0 di cui la robotica è uno degli assi portanti. Ormai punto di incontro per il mondo della formazione e della ricerca, con le aziende e gli esperti insieme alla ricerca di un futuro migliore.

{loadposition facebook}